HSE Excellence Sharing Team: gestire i Near Miss | Lisa Servizi

Pubblicato il 12 Settembre 2019

Per il secondo dei suoi appuntamenti di confronto e condivisione, l’HSE Excellence Sharing Team, che conta al suo interno i responsabili della sicurezza di alcune tra le maggiori aziende venete, si è incontrato presso Slim Fusina Rolling. Lo scorso 25 luglio, dopo un’interessante visita all’interno dello stabilimento, il gruppo si è riunito per discutere di un tema estremamente importante e delicato, quello dei Near Miss.

Near Miss: un benchmark di 7 importanti aziende del Veneto

L’ing. Riccardo Borghetto di Lisa Servizi ha moderato la seduta, presentando i risultati emersi dal benchmark sui sistemi di registrazione e analisi dei Near Miss a cui hanno partecipato in forma anonima 7 delle aziende i cui referenti fanno parte del gruppo. A monte erano stati definiti alcuni KPI per confrontare i dati delle varie aziende.

I risultati emersi sono riportati nei grafici sottostanti.

Il campione era di 7 aziende per un totale di 3743 lavoratori e un numero totale di segnalazioni di 2675 (di cui 2128 dichiarate utili). Quasi tutte le aziende avevano un numero limitato di Near Miss tranne una che, con un forte sistema incentivante sul numero, ha contribuito con circa 1500.

Benchmark near miss - totale segnalazioni

Il numero di lavoratori che ha effettuato in un anno almeno 2 segnalazioni è di 173.

Il numero medio di segnalazioni per lavoratore (a parte il caso A che non fa testo) è di circa 0,5 segnalazioni/dipendente-anno, o meno.
Il dato sulle segnalazioni utili non è molto affidabile. I partecipanti hanno dato significati molto diversi a questo termine.

Benchmark near miss - segnalazioni utili

Benchmark near miss - % segnalazioni utili/totale

Il numero medio di segnalazioni per lavoratore in un anno, a parte il caso A (circa 4,5) che non fa testo e quindi è stato tolto dal grafico, è molto basso, sotto lo 0,5 e in alcuni casi anche molto inferiore.
Come tasso di partecipazione al processo è stato definito il numero di lavoratori (in rapporto al numero totale di lavoratori) che effettuano almeno 2 segnalazioni/anno.

Anche questo dato è molto basso nel campione considerato. La spiegazione di questo aspetto è legata almeno in parte al fatto che solo alcuni lavoratori sono nelle condizioni operative di poter segnalare.

benchmark near miss - tasso di partecipazione al processo

Benchmark Near Miss: riflessioni e domande aperte

Dall’analisi dei dati sono emerse molte considerazioni e spunti di riflessione. Ci si è chiesti innanzi tutto quale sia il KPI che misura meglio la “cultura della sicurezza” di un’organizzazione. Se è più significativo, cioè, avere tante “segnalazioni” o tanti “segnalatori”. La risposta a cui siamo arrivati è che i due valori devono essere legati fra loro.

Analizzando i dati talvolta si scopre che in organizzazioni con moltissime segnalazioni queste sono effettuate da pochi “segnalatori”, spesso coincidenti con i soli preposti. Un numero basso di segnalatori può quindi far sembrare che la cultura si sia fermata al livello dei capi senza toccare i lavoratori.

In realtà questo accade perché i lavoratori non hanno accesso alle modalità di trasmissione della segnalazione (PC o mail aziendale): il preposto è il collettore di tutte le segnalazioni. Su queste basi si ha quindi un processo “partecipato”, ma che così non appare a causa delle modalità con cui si effettuano le registrazioni.

Allo stesso modo non è corretto fermarsi al solo numero di Near Miss dichiarati, che se alto potrebbe essere falsato (“gonfiato”) dal modo in cui vengono raccolti e gestiti i dati dando un’illusoria idea di “cultura della sicurezza”. Questo può infatti dipendere da come sono segnalati gli eventi, quando ad esempio viene utilizzato un unico modulo per segnalare qualsiasi tipo di attività. L’attività di classificazione delle segnalazioni dovrebbe essere fatta da HSE/RSPP, ma spesso non accade perché si aggiunge ad altri compiti e ci si limita quindi alla mera registrazione.

Appare quindi chiaro che non bastano i numeri per leggere la situazione, ma è opportuno conoscere approfonditamente di volta in volta il caso aziendale per poter capire la reale situazione di sicurezza di un’organizzazione.

Per capire come migliorare il processo Near Miss iscriviti al nostro corso. Disponibile anche in Fad:
https://www.lisaservizi.it/corso/la-gestione-dei-mancati-infortuni-e-i-near-miss-ottica-comportamentale

Condividi:

Formazione professionale per la tua crescita.

Lisa Servizi è un Organismo di Formazione accreditato dalla Regione Veneto in ambito di Formazione Continua, e offre formazione di alto livello attraverso la business unit dedicata, che propone corsi interaziendali a catalogo, corsi aziendali personalizzati, e-learning e training su campi prove.

Rimani informato sugli aggiornamenti di settore

Iscriviti alla Newsletter!

Segui da vicino le novità di Lisa Servizi, rimani aggiornato su eventi e servizi. Promettiamo di inviarti solo contenuti che troverai sicuramente interessanti.

Nome*
Email*