Valutazione e Gestione del rischio da stress lavoro- correlato : Guida Operativa delle Regioni

Pubblicato il 08 Luglio 2015

Valutazione e Gestione del rischio da stress lavoro- correlato : Guida Operativa delle Regioni

Valutazione e Gestione del rischio da stress lavoro - correlato : Guida Operativa delle Regioni

Finalmente sono uscite le tanto attese linee guida per la valutazione del rischio stress lavoro correlato.

Ricordiamo che tale valutazione era stata procrastinata dal D.lgs 106/09 al 1 Agosto 2010.

Tale linea guida operativa è stata presentata alla 9th Conference of the European Academy of Occupational Health Psychology che si è tenuta recentemente a Roma.

Alla redazione del documento hanno partecipato varie Regioni. Il documento non è stato comunque completamente condiviso da tutti i partecipanti, tant’è che vi è una nota a margine con dei distinguo formulati dalla Regione Lombardia.

La valutazione prevede in sequenza alcuni step per valutare prima elementi di tipo oggettivo e poi altri di tipo soggettivo.

In ogni caso sono richiesti il coinvolgimento di tutti gli attori della sicurezza (la struttura organizzativa: Datore di lavoro, Dirigenti, Preposti, Lavoratori oltre a  RSPP, RLS e medico competente).

Va effettuata da tutte le tipologie di organizzazione in quanto tale rischio è potenzialmente presente in tutte.

Per quanto riguarda la  valutazione del rischio relativamente agli elementi oggettivi si segue lo schema proposto dagli Spisal di Verona – Bussolengo di cui Lisa servizi ha già fornito notizia (per inciso Lisa servizi vende un DVR tipo che implementa tale linea guida).

L’esito della valutazione dei fattori oggettivi viene espressa in una scala del tipo rischio basso/medio/alto per ogni gruppo omogeneo cui si applica.
Solamente nel caso di evidenza di rischi oggettivi nella fascia medio/alto si procede con una analisi di elementi soggettivi.

La rilevazione di questi elementi viene effettuata con strumenti ad hoc (questionari, focus group ovvero interviste semi strutturate) che richiedono professionalità specifiche.
Su questo punto le linee guida NON dicono esplicitamente che la valutazione va effettuata esclusivamente da un psicologo, lasciando la questione senza risposta.
 

La rilevazione degli elementi soggettivi non viene indicata per i gruppi omogenei (NB: non aziende con <10 dipendenti).

Se il gruppo omogeneo ha >50 lavoratori il criterio di omogeneità da rispettare è quello relativo alla natura del problema da analizzare, per comprendere dove e come procedere. Sono da evitare suddivisioni standard per mansione, categorie, reparti, etc. senza giustificazione di fondo, ovvero senza motivazione rispetto alla natura dei problemi.

Ricordiamo che Lisa servizi fornisce i seguenti servizi:

-valutazione del rischio dei fattori soggettivi mediante linee guida Spisal Verona Bussolengo

-vendita di un DVR tipo per la valutazione dei fattori soggettivi

-valutazione dei fattori soggettivi effettuata da psicologo

Per scaricare la Guida Operativa clicca qui!

 

 

 

Condividi:

Formazione professionale per la tua crescita.

Lisa Servizi è un Organismo di Formazione accreditato dalla Regione Veneto in ambito di Formazione Continua, e offre formazione di alto livello attraverso la business unit dedicata, che propone corsi interaziendali a catalogo, corsi aziendali personalizzati, e-learning e training su campi prove.

Rimani informato sugli aggiornamenti di settore