Tabella riassuntiva aggiornamento della formazione sicurezza sul lavoro

Pubblicato il 20 Maggio 2016

Tabella riassuntiva aggiornamento della formazione sicurezza sul lavoro

Tabella riassuntiva aggiornamento della formazione sicurezza sul lavoro

 

Aggiornamento della formazione in ambito sicurezza: la tabella riassuntiva dei percorsi formativi e il commento dell'Ingegner Riccardo Borghetto, amministratore unico Lisa Servizi srl.

Tabella riassuntiva aggiornamento della formazione sicurezza sul lavoro

Il tempo passa rapidamente. Sono passati ormai quasi 5 anni dal quel Dicembre del 2011. Erano appena usciti i due accordi Stato Regioni per la formazione di lavoratori, preposti, dirigenti e Datori di lavoro che assumono direttamente l’incarico di RSPP. A cavallo di Natale tra i preparativi dell'albero, del presepe e i regali, il sottoscritto realizzava delle tabelle per sintetizzare i contenuti degli accordi, tabelle rese gratuitamente disponibili sui social network e molto apprezzate dai colleghi.

Oggi quelle tabelle e altre, che nel frattempo abbiamo realizzato, sono liberamente scaricabili dal nostro https://www.lisaservizi.it/modulistica-sicurezza-sul-lavoro (Tabella di sintesi a fine pagina).

Era un periodo in cui tra gli operatori del settore vi erano molti dubbi. Tra questi anche la data di entrata in vigore dei nuovi adempimenti. Parte dei dubbi si è sciolta con la pubblicazione di un successivo accordo Stato Regioni, quello “interpretativo” del 25/7/2012 che in circa oltre 20 pagine non solo chiarisce gli accordi precedenti, ma in parte li interpreta modificandoli.

Io non so se anche in altri paesi succedano le assurdità che capitano in Italia. C’è voluto un accordo tra lo Stato e le Regioni (!) per sapere che la data di entrata in vigore “ufficiale” degli accordi del Dicembre 2011: era per la precisione l’11 Gennaio 2012. Quindi, allo stato attuale, la data “ultima” per effettuare i corsi di aggiornamento per lavoratori preposti, dirigenti e datori di lavoro RSPP è l’11 Gennaio 2017.

A giudicare dai commenti nei social, numero di interpelli e relative risposte moltissimi dubbi rimangono. Si naviga a vista.

È inevitabile a questo punto porsi delle domande. Di seguito troverete le domande che immagino siano più frequenti in materia e le risposte che possono aiutarvi a chiarire alcuni di questi dubbi. 

  • Per tutti i tipi di corsi in ambito sicurezza l’aggiornamento è quinquennale?

No. La scadenza è quinquennale per i corsi di cui agli Accordi Stato Regioni del 21/12/2011 (e cioè lavoratori, preposti, dirigenti e Datori di Lavoro RSPP) e per quelli soggetti agli Accordi Stato Regioni del 22/2/2012 (abilitazione all’uso di attrezzature pericolose). Altri corsi come per esempio antincendio e primo soccorso vanno aggiornati con periodicità triennale. Gli RLS devono aggiornarsi annualmente. Altri corsi non riportano esplicitamente un aggiornamento obbligatorio per legge.

A questo proposito per chiarire la situazione Lisa Servizi ha realizzato una nuova tabella focalizzata sull’aggiornamento della formazione in ambito sicurezza sul lavoro.

  • I corsi di formazione effettuati dopo la data dell’11 Gennaio 2012 quando scadono?

La data di scadenza fissata all'11 Gennaio 2017 è il termine ultimo per aggiornare i corsi effettuati prima dell’11 Gennaio 2012. Ma se un lavoratore, preposto, dirigente o datore di lavoro RSPP ha frequentato il corso di formazione dopo tale data, la periodicità scatta dalla data in cui ha completato il corso, riportata nell’attestato.

  • Quali possono essere i contenuti dei corsi di aggiornamento degli accordi del 21/12/2011?

La durata minima dei corsi di aggiornamento dei lavoratori, preposti e dirigenti non dipende dal livello di rischio dell’attività ed è fissata in 6 ore nel quinquennio. La normativa stabilisce di non riprodurre gli argomenti già proposti nei corsi base ma di concentrarsi su evoluzioni e innovazioni, applicazioni pratiche e approfondimenti che potranno riguardare:

- approfondimenti giuridico – normativi

- aggiornamenti tecnici sui rischi cui sono esposti i lavoratori

- aggiornamenti su organizzazione e gestione della sicurezza in azienda

- fonti di rischio e relative misure di prevenzione

A questo proposito possiamo fare molte considerazioni. Per poter progettare l’aggiornamento è necessario:

- conoscere esattamente il programma effettuato in origine (magari realizzato da uno o più soggetti formatori)

- sapere quali sono le norme che nel frattempo sono cambiate e che sono interessanti per quel processo produttivo negli ultimi 5 anni. Ad esempio se il rischio chimico è rilevante per quell’azienda, sicuramente i cambiamenti intervenuti in ambito Reach e CLP possono far parte del corso di aggiornamento. Analogamente interessanti possono essere i cambiamenti in ambito rischi fisici, rischio incendio, atex ecc.

Per quanto attiene ai cambiamenti organizzativi e gestionali direi che andrebbero comunicati nel momento in cui si verificano, piuttosto che aspettare la scadenza del quinquennio. Come i corsi relativi ai rischi specifici, è opportuno che anche quelli di aggiornamento siano differenziati per i diversi gruppi omogenei.

  • Le ore possono essere effettuate tutte assieme oppure un po' alla volta?

La normativa consente di distribuire la formazione nei vari anni o di concentrarla in una singola sessione purchè il totale delle ore sia di almeno 6 nel quinquennio.

  • Si possono fare corsi di aggiornamento sicurezza anche in e-learning?

Certamente. I corsi di aggiornamento per lavoratori, preposti, dirigenti e Datori di lavoro RSPP possono essere effettuati in modalità e-learning, sempre che la piattaforma utilizzata sia rispettosa dei requisiti dell’allegato I dell’accordo.

  • I preposti devono fare i corsi di formazione per i lavoratori più quelli specifici sul ruolo del preposto. Devono fare doppio aggiornamento?

No. È specificatamente scritto nell’accordo interpretativo del 25/7/2013 che i corsi di aggiornamento da 6 ore dei preposti sono comprensivi anche della parte come lavoratori, purchè siano relativi ai particolari compiti in qualità di preposto

  • Che requisiti devono avere i docenti, gli enti di formazione?

Gli enti che svolgono corsi di aggiornamento devono possedere gli stessi requisiti dei corsi di formazione cui si riferisce l’aggiornamento. Ricordiamo che non ci sono requisiti particolari per gli enti di formazione che organizzano corsi di sicurezza per lavoratori, preposti e dirigenti. Anche l’azienda o un docente può occuparsene direttamente. Invece i corsi per Datori di lavoro – RSPP sono riservati dalle associazioni di categoria Datoriali, Sindacali, Enti Bilaterali, ecc. indicati al punto 1 dell’accordo. Per quanto attiene invece ai requisiti dei docenti formatori sono quelli indicati dal DM 6/3/2013.

  • É possibile maturare crediti anche tramite la partecipazione a convegni e seminari?

Si. È esplicitamente indicato nell’accordo interpretativo del 25/7/2013 ma con un limite nelle ore: “si ritiene che una parte non superiore ad 1/3 del percorso di aggiornamento (pari a 2 ore) possa essere validamente svolta anche per mezzo della partecipazione a convegni o seminari, a condizione che essi trattino delle materie di cui ai punti 7 (ex art 34) e 9 (accordo ex articolo 37) degli accordi e prevedano una verifica finale di apprendimento.”

La parte rimanente deve essere effettuata con le altre modalità previste dagli accordi.

  • Quali sono invece gli obblighi per l’addestramento?

Non sono previsti specificatamente obblighi di aggiornamento per l’addestramento.

  • Quali sono le sanzioni previste?

L’assenza di aggiornamento di un corso di formazione determina la sua decadenza e quindi l’applicazione delle specifiche sanzioni del D.lgs 81/08.

Ad esempio la mancata formazione di un lavoratore comporta la sanzione prevista per l’articolo 37: arresto da due a quattro mesi o ammenda da 1.315,20 a 5.699,20 euro. Ricordiamo che con le recenti modifiche subite dal Testo Unico Sicurezza sono state specificate le sanzioni per violazioni multiple in ambito formazione, in particolare il teso riporta che “se la violazione si riferisce a più di cinque lavoratori gli importi della sanzione sono raddoppiati, se la violazione si riferisce a più di dieci lavoratori gli importi della sanzione sono triplicati”

  • Come tener sotto controllo le scadenze di aggiornamento della formazione?

Con la normativa attuale è difficile tenere sotto controllo le scadenze di tutti gli operatori. Se pensiamo ad esempio che in alcuni settori, come l’edilizia, un addetto può essere soggetto anche ad una decina di corsi (base, rischi specifici, preposto, antincendio, primo soccorso, lavori in quota, spazi confinati e alcune attrezzature dell’accordo del 22/2/2012) si capisce che la gestione delle scadenze è un tema complicato. Esse dipendono dalla mansione dell’addetto, dai suoi incarichi personali (ad es. se è o meno un addetto antincendio, un preposto ecc.), da quando è stato assunto e da quando ha frequentato i corsi. Ci si può attrezzare con una tabella excel, ma tale modalità ha numerosi limiti. In primisi il fatto che sia necessario controllarla frequentemente per evitare che qualche scadenza scappi.

Nel mercato esistono vari tipi di scadenzario, ma non essendo realizzati specificatamente sulla base della normativa Italiana sono di difficile gestione. 

Anteprima Easy Safety Reminder per la gestione delle scadenze di formazione sulla sicurezza

 

Proprio per agevolare la gestione delle scadenze e i propri clienti Lisa Servizi ha sviluppato da alcuni anni un software cloud denominato  Easy Safety Reminder (abbreviato in ESR) un software creato ad hoc per la gestione delle scadenze con tecnologia cloud, recentemente migliorato e reso più facile da utilizzare. Tra le funzioni implementate nell'ultima versione esiste proprio quella di avvisare via mail il responsabile o i responsabili dell’attività con congruo anticipo in merito alle prossime attività formative in scadenza.

La nostra società rende disponibile il proprio software, in tecnologia cloud a professionisti, società di consulenza, associazioni di categoria ed aziende e può aiutarvi anche nell’assolvere al meglio tutti gli adempimenti relativi alla formazione in ambito sicurezza, anche utilizzando i finanziamenti disponibili.

 

Vuoi scoprire Easy Safety Reminder e avere maggiori informazioni sulla versione aggiornata del software che ti aiuta a gestire le scadenze della formazione? Visita il sito di ESR e Scarica la tabella relativa alle scadenze dei corsi.

Buona lettura!

Ing. Riccardo Borghetto

Tabella riassuntiva aggiornamento della formazione sicurezza sul lavoro

Condividi:

Formazione professionale per la tua crescita.

Lisa Servizi è un Organismo di Formazione accreditato dalla Regione Veneto in ambito di Formazione Continua, e offre formazione di alto livello attraverso la business unit dedicata, che propone corsi interaziendali a catalogo, corsi aziendali personalizzati, e-learning e training su campi prove.

Rimani informato sugli aggiornamenti di settore