Rifiuti pericolosi: SISTRI rinviato

Pubblicato il 25 Luglio 2011

A seguito dell’approvazione della legge n. 106/2011 sono state modificate le date relative all’avvio scaglionato del SISTRI.

La modifica riguarda solo le piccole imprese, ovvero imprese fino a dieci dipendenti produttrici di rifiuti pericolosi, per le quali l’obbligo di utilizzo del SISTRI, precedentemente fissato a partire dal 2 gennaio 2012, non potrà essere fissato prima del 1 giugno 2012.

Dunque rinvio dell’obbligo di utilizzo del SISTRI per piccole imprese fino a dieci dipendenti di circa un anno.

La legge rimanda la definizione della data ad un apposito decreto ministeriale.


Si riporta di seguito un promemoria con tutte le date di avvio dell’obbligatorietà del SISTRI:

1 settembre 2011:
- produttori di rifiuti pericolosi e non pericolosi con più di 500 dipendent;
- impianti di smaltimento, recupero ed incenerimento rifiuti;
- trasportatori conto terzi autorizzati per trasporti annui superiori alle 3000 tonnellate(escluse le categorie 2, 3, 4 e 5 in classe f) );
- terminalisti, concessionari dell'area portuale ed imprese portuali;
- responsabili degli uffici merci ed operatori logistici presso gli scali ferroviari, interporti, impianti ferroviari di terminalizzazione;
- armatori e noleggiatori o raccomandatari marittimi da loro delegati.

1 ottobre 2011:
- produttori di rifiuti pericolosi e non con un numero di dpendenti da 251 a 500;
- comuni, enti ed imprese che gestiscono i rifiuti urbani della Regione Campania;

2 novembre 2011:
- produttori di rifiuti pericolosi e non con un numro di dipendent da 51 a 250;

1 dicembre 2011:
- produttori di pericolosi e non con un nmero di dipendnti da 11 a 50;
- trasportatori conto terzi autorizzati per trasporti annui fino a 3000 tonnellate (categorie 2, 3, 4 e 5 in classe f) );

non prima del 1 giugno 2012:
- imprese fino a dieci dipendenti produttrici di rifiuti pericolosi (piccole imprese).

Iniziano ad utilizzare il nuovo sistema informatizzato per la raccolta e la tracciabilità di rifiuti a partire dal 1 settembre anche i soggetti non obbligati ad aderirvi, ma che si sono iscritti.


Ovviamente anche le sanzioni seguono queste date.

Ad oggi non è chiaro come il Ministero intenda gestire in maniera pratica quest’avvio scaglionato, sia dal punto di vista delle sanzioni, sia come interazioni tra i diversi soggetti, dato che quasi sicuramente vi saranno problemi e disagi legati all’inserimento delle informazioni del sistema laddove un soggetto non è ancora obbligato all’utilizzo.
Ad esempio, quale soggetto della filiera dei rifiuti gestirà le informazioni delle piccole imprese fintanto che anche queste saranno obbligate a utilizzare i lSISTRI? Il trasportatore o il destino finale?
Ma il caso delle piccole imprese è solo un esempio, vi sono ancora diversi punti che il Ministero dovrà chiarire prima dell'avvio obbligatorio del sistema SISTRI.

Per ulteriori dettagli e chiarimenti vi invitiamo a contattarci.
 

Iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
 

Vai all’ elenco completo nostri corsi!
 

Vai all’ elenco completo dei nostri prodotti!

 

Condividi:

Formazione professionale per la tua crescita.

Lisa Servizi è un Organismo di Formazione accreditato dalla Regione Veneto in ambito di Formazione Continua, e offre formazione di alto livello attraverso la business unit dedicata, che propone corsi interaziendali a catalogo, corsi aziendali personalizzati, e-learning e training su campi prove.

Rimani informato sugli aggiornamenti di settore