I requisiti necessari per redigere la valutazione del rischio CEM

Pubblicato il 03 Marzo 2020

requisiti per valutazione dei rischio cem

Ai sensi del D.Lgs. 81/08 la valutazione dei rischi derivanti da esposizioni a campi elettromagnetici deve essere programmata ed effettuata, con cadenza quadriennale, da personale qualificato in possesso di specifiche conoscenze in materia. 

Con l’articolo di questa settimana andiamo a identificare quali sono i requisiti che dovrebbe avere il personale qualificato per la valutazione del rischio CEM, legato quindi ad agenti fisici.

Tali requisiti vengono presi in considerazione all’interno del documento “Requisiti di conoscenza, abilità e competenza del personale qualificato per la valutazione dei rischi da esposizione a campi elettromagnetici (0Hz – 300GHz)” predisposto dalla Consulta Interassociativa Italiana per la Prevenzione (CIIP), in collaborazione con il Gruppo di lavoro Agenti Fisici del Coordinamento Interregionale Sicurezza e Salute sui luoghi lavoro.

Il documento utilizza le regole generali individuate dalla Norma UNI 11711:2018 e vuole fornire ai datori di lavoro uno strumento di individuazione dei requisiti professionali della persona, oltre a fornire specifiche indicazioni per i processi di valutazione delle conoscenze, abilità e competenze della figura professionale. Inoltre fornisce agli operatori del settore un documento per la propria qualificazione e l’accrescimento delle proprie competenze.

Per una maggior chiarezza abbiamo individuato tre distinti livelli di personale qualificato, di seguito riportati:

  • ECEM di Livello Base (ad es: il RSPP interno all’azienda);
  • ECEM di Livello Esperto Specializzato (ad es: tecnici Lisa Servizi srl esperti in misurazioni);
  • ECEM di Livello Senior Specializzato (tecnici esperti in calcoli, algoritmi e dosimetrie)

campo elettromagnetico

Personale qualificato di livello base per la valutazione del rischio CEM

Il personale qualificato ECEM di livello base si occupa della pianificazione, programmazione ed esecuzione della valutazione preliminare del rischio CEM esclusivamente nella propria specifica realtà lavorativa, senza esecuzione di misure.

Di seguito le abilità e competenze spettanti a questa figura specifica:

  • Saper individuare, pianificare e progettare le misure tecniche, organizzative e procedurali necessarie al controllo dei rischi CEM presenti nella propria realtà aziendale; 
  • Saper individuare, pianificare e progettare gli interventi di miglioramento nonché l’implementazione di sistemi e strategie per il controllo dei rischi fisici e per la bonifica; 
  • elaborare un rapporto completo di valutazione rischi CEM;
  • identificare e saper interpretare le informazioni relative alla presenza di CEM nel proprio ambiente di lavoro;
  • identificare tutte le possibili modalità di esposizione;
  • definire la necessità o meno di effettuare misure;
  • definire gli interventi di tipo tecnico, organizzativo e procedurale.

Oltre ad essere in possesso delle competenze e abilità sopra elencate, il personale qualificato ECEM di livello base deve avere esperienza teorico pratica documentata nello svolgimento dei compiti e delle attività specifiche nel campo dei CEM. 

Nel dettaglio, almeno:

  • corso di 8 ore e 1 anno di esperienza pratica se già in possesso del livello 7 dell'EQF (tipicamente laurea specialistica/magistrale in ambito tecnico scientifico.
  • Corso di 16 ore e 1 anno di esperienza pratica se già in possesso del livello 6 dell'EQF (tipicamente laurea triennale in ambito tecnico scientifico);
  • Corso di 24 ore e 1 anno di esperienza pratica se già in possesso del livello 5 dell'EQF (tipicamente diploma di scuola secondaria di secondo grado).

Personale qualificato ECEM di livello esperto specializzato

Il personale qualificato ECEM di livello esperto specializzato si occupa della pianificazione, programmazione ed effettuazione di misurazioni per la valutazione dell’esposizione a CEM.

Di seguito le abilità e competenze spettanti a questa figura specifica:

  • Saper definire la strategia d'indagine per la determinazione quantitativa dell'esposizione a CEM mediante misurazioni in relazione alle differenti tipologie di sorgenti e scenari espositivi e/o soggetti da tutelare, inclusi soggetti sensibili;
  • saper pianificare ed effettuare  una campagna di misura finalizzata alla valutazione dell’esposizione ai CEM e saper scegliere i parametri e i valori limite idonei e le metodiche opportune per valutare l’entità dei rischi individuati;
  • saper calcolare l’esposizione dei lavoratori ai CEM attraverso la valutazione dei risultati delle misure, applicando i criteri di analisi e valutazione comprendenti anche dati raccolti da database affidabili, se applicabili al caso;
  • pianificare la campagna di misura scegliendo la strumentazione appropriata e decidendo le postazioni in relazione ai differenti scenari espositivi;
  • verificare la necessità di misure approfondite di monitoraggio, di mappature del rischio in aree specifiche o nell’intero stabilimento;
  • misurare i livelli di esposizione ai CEM, scegliendo i parametri metrologici e statistici più adatti al caso in esame e predisponendo adeguatamente gli strumenti;
  • post-elaborare i risultati selezionando quelli significativi e tenendo conto delle incertezze di misura;
  • scegliere i risultati significativi e le modalità di presentazione (numeriche, grafiche, tabellari);
  • predisporre una relazione di valutazione sui risultati emersi.

Oltre ad essere in possesso delle competenze e abilità sopra elencate, il personale qualificato ECEM di livello esperto specializzato deve avere esperienza teorico pratica documentata nello svolgimento dei compiti e delle attività specifiche nel campo dei CEM. 

Nel dettaglio, almeno:

  • corso di 8 ore e 1 anno di esperienza pratica se già in possesso del livello 7 dell'EQF (tipicamente laurea specialistica/magistrale in ambito tecnico scientifico.
  • Corso di 16 ore e 1 anno di esperienza pratica se già in possesso del livello 6 dell'EQF (tipicamente laurea triennale in ambito tecnico scientifico).
  • Corso di 24 ore e 1 anno di esperienza pratica se già in possesso del livello 5 dell'EQF (tipicamente diploma di scuola secondaria di secondo grado).

Personale qualificato ECEM di livello senior specializzato

Il personale qualificato ECEM di livello senior specializzato si occupa della pianificazione, programmazione ed effettuazione di misurazioni e/o calcoli necessari e/o dosimetrie per la valutazione dell’esposizione a CEM.

Di seguito le abilità e competenze spettanti a questa figura specifica:

  • Saper definire la strategia d'indagine per la determinazione quantitativa dell'esposizione a CEM mediante misurazioni e/o calcoli in relazione alle differenti tipologie di sorgenti e scenari espositivi e/o soggetti da tutelare, inclusi soggetti sensibili;
  • saper pianificare ed effettuare una campagna di misura finalizzata alla valutazione dell’esposizione ai CEM con tecniche dosimetriche o di calcolo numerico e saper scegliere i parametri e i valori limite idonei e le metodiche opportune per valutare l’entità dei rischi individuati;
  • stimare l’esposizione dei lavoratori ai CEM attraverso la valutazione dei risultati da modelli dosimetrici o tecniche di calcolo, applicabili al caso;
  • pianificare la campagna di misura finalizzata alla dosimetria scegliendo i protocolli appropriati in relazione agli scenari espositivi;
  • post-elaborare i risultati selezionando quelli significativi e tenendo conto delle incertezze di misura; effettuare valutazioni dosimetriche con applicativi utilizzando modelli standard e non standard;
  • scegliere i risultati significativi e le modalità di presentazione (numeriche, grafiche, tabellari);
  • predisporre una relazione di valutazione sui risultati emersi.

Oltre ad essere in possesso delle competenze e abilità sopra elencate, il personale qualificato ECEM di livello senior specializzato deve avere esperienza teorico pratica documentata nello svolgimento dei compiti e delle attività specifiche nel campo dei CEM. 

Nel dettaglio, almeno un corso di 8 ore ai fini dell’acquisizione delle conoscenze di base per effettuare calcoli dosimetrici / non standard e 1 anno di esperienza pratica se già in possesso di conoscenze, abilità e competenze equivalenti al livello 7 dell'EQF (tipicamente laurea specialistica/magistrale in ambito tecnico scientifico).

Requisiti per il mantenimento delle competenze

Per il mantenimento dei requisiti di persona qualificata ECEM ai fini dell’aggiornamento professionale formativo è richiesta la frequenza a corsi di formazione per un totale di 8 ore in 3 anni. L’aggiornamento professionale continuo può vertere, tra l'altro, su:

  • aggiornamento e approfondimento delle competenze;
  • etica e deontologia;
  • strumenti di lavoro, ivi compresi gli strumenti informatici e le nuove tecnologie di supporto;
  • legislazione e normativa tecnica.

CLICCA QUI per consultare il documento “Requisiti di conoscenza, abilità e competenza del personale qualificato per la valutazione dei rischi da esposizione a campi elettromagnetici (0Hz – 300GHz)” 

Lisa Servizi è a tua disposizione, dispone di Personale qualificato ECEM di Livello Esperto Specializzato e strumentazione conforme per effettuare misure ed effettuare la valutazione del rischio campi elettromagnetici.

Contattaci per maggiori informazioni o visita la pagina dedicata cliccando qui.

Condividi:

Formazione professionale per la tua crescita.

Lisa Servizi è un Organismo di Formazione accreditato dalla Regione Veneto in ambito di Formazione Continua, e offre formazione di alto livello attraverso la business unit dedicata, che propone corsi interaziendali a catalogo, corsi aziendali personalizzati, e-learning e training su campi prove.

Rimani informato sugli aggiornamenti di settore

Iscriviti alla Newsletter!

Segui da vicino le novità di Lisa Servizi, rimani aggiornato su eventi e servizi. Promettiamo di inviarti solo contenuti che troverai sicuramente interessanti.

Nome*
Email*