nanomateriali: Libro Bianco Ispesl

Pubblicato il 15 Agosto 2011

nanomateriali: Libro Bianco Ispesl

nanomateriali: Libro Bianco Ispesl

L’ispesl ha pubblicato un “libro bianco” relativo ai rischi per la salute e sicurezza dei nanomateriali ingegnerizzati.

Nel 2008 l’allora ISPESL, ora INAIL, ha istituito un Gruppo di Lavoro per l’elaborazione di un Libro Bianco Nazionale su esposizione ai nanomateriali ingegnerizzati ed effetti sulla salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.

Al Gruppo  hanno partecipato sia ricercatori INAIL-exISPESL sia rappresentanti delle Università e delle Istituzioni impegnate nella ricerca sui nanomateriali ingegnerizzati, con il contributo di Nanotec IT, come punto di riferimento nazionale per l’industria delle nanotecnologie.

I principali obiettivi che ci si è proposti di raggiungere attraverso la stesura del Libro Bianco erano: la definizione dello stato dell’arte della ricerca, dello sviluppo e della produzione dei nanomateriali ingegnerizzati in Italia, l’individuazione delle questioni chiave per lo sviluppo della ricerca nel campo della salute e sicurezza  e la definizione delle strategie per avviare una politica di sviluppo sostenibile e responsabile nell’ambito dei luoghi di lavoro delle nanotecnologie ingegnerizzate.

Nel maggio del 2010 il GdL ha completato una prima importante fase del progetto avviato, giungendo alla stesura dei contenuti relativi alla ricognizione dello stato dell’arte sui nanomateriali ingegnerizzati e all’individuazione delle principali questioni  per il progresso della ricerca, che costituiscono il corpo principale del Libro Bianco.

Tale lavoro ha portato alla pubblicazione nel mese di Febbraio 2011 da parte dell’INAIL del Primo Libro Bianco su “Esposizione a nano materiali ingegnerizzati ed effetti sulla salute e sicurezza sui luoghi di lavoro”.

Questo primo documento è tuttavia destinato ad essere integrato da un allegato, in cui viene affrontata la questione dello sviluppo delle strategie attraverso le quali arrivare dal Libro Bianco allo sviluppo di un quadro condiviso e attuabile di policies finalizzate ad assicurare la tutela della salute e della sicurezza in cui vengono utilizzati e/o trattati i nanomateriali ingegnerizzati.

In questa seconda fase si è individuata la necessità di acquisire, oltre al contributo del mondo della ricerca ampiamente rappresentato dai componenti del GdL, anche il contributo dei principali stakeholders interessati a diverso titolo (decisori, attuatori, beneficiari) all’implementazione delle policies.

A questo scopo è stato disegnato un percorso articolato a sua volta in due fasi:

  • consultazione dei principali stakeholders individuati dal GdL attraverso la somministrazione di un questionario finalizzato ad acquisire un feedback sull’utilità dei contenuti del Libro Bianco e a sollecitare un primo contributo all’individuazione e alla selezione delle questioni importanti  per la definizione delle policies.
  • coinvolgimento degli stakeholders in un workshop di lavoro in cui le indicazioni acquisite nella fase precedente saranno discusse e sviluppate al fine di giungere ad un quadro di indirizzo condiviso per l’individuazione  delle policies per la tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro nei quali vengono utilizzati e/o trattati i nanomateriali ingegnerizzati.


Scarica il libro Bianco

nanomateriali: Libro Bianco Ispesl

Condividi:

Formazione professionale per la tua crescita.

Lisa Servizi è un Organismo di Formazione accreditato dalla Regione Veneto in ambito di Formazione Continua, e offre formazione di alto livello attraverso la business unit dedicata, che propone corsi interaziendali a catalogo, corsi aziendali personalizzati, e-learning e training su campi prove.

Rimani informato sugli aggiornamenti di settore