Messa in mora dell'Italia sicurezza sul lavoro

Pubblicato il 24 Ottobre 2011

Messa in mora dell'Italia sicurezza sul lavoro

Messa in mora dell'Italia sicurezza sul lavoro

Forse non se l’aspettava nemmeno lui, Marco Bazzoni, un operaio di Firenze che un paio di anni fa, con una lunghissima lettera all’Unione Europea aveva denunciato l’inadempienza dell’Italia dal punto di vista della sicurezza rispetto alle direttive Europee . In particolare, Bazzoni aveva attaccato il decreto correttivo D.Lgs 106/09 (che modifica il decreto legislativo 81/08, Testo Unico sulla Sicurezza).

Il 30 settembre 2011, invece, l’Unione Europea, rispondendo all’appello di Bazzoni, ha inviato una lettera di “Costituzione in Mora” all’Italia per i seguenti punti:
1) Deresponsabilizzazione del datore di lavoro in caso di delega o subdelega
2) Violazione dell’obbligo di disporre di una valutazione dei rischi per la sicurezza e la salute per le aziende che occupano meno di 10 lavoratori;
3) Proroga dei termini impartiti per la redazione del Documento di Valutazione dei Rischi per le nuove attività o per modifiche sostanziali apportate ad imprese esistenti;
4) Posticipazione dell’obbligo di valutazione del Rischio Stress da Lavoro Correlato;
5) Posticipazione dell’applicazione della legislazione in materia di protezione della salute e sicurezza sul lavoro per le persone appartenenti a cooperative sociali e a organizzazioni di volontariato
6) Proroga del termine per completare l’adeguamento alle disposizioni di prevenzione incendi per le strutture ricettive turistico-alberghiere con oltre 25 posti letto esistenti in data 9-aprile-1994.

Il ministero del Lavoro - per voce di Lorenzo Fantini, anticipa al portale dell'INAIL perché il dicastero considera un errore sostanziale la procedura attivata da Bruxelles.

Vai all'Intervista INAIL all’Avv. Lorenzo Fantini


Messa in mora dell'Italia sicurezza sul lavoro

Condividi:

Formazione professionale per la tua crescita.

Lisa Servizi è un Organismo di Formazione accreditato dalla Regione Veneto in ambito di Formazione Continua, e offre formazione di alto livello attraverso la business unit dedicata, che propone corsi interaziendali a catalogo, corsi aziendali personalizzati, e-learning e training su campi prove.

Rimani informato sugli aggiornamenti di settore