INAIL Relazione annuale infortuni 2013

Pubblicato il 14 Luglio 2014

Presentata a Montecitorio la relazione annuale dell’Inail nella quale è si è vista negli infortuni una flessione percentuale rispetto all’anno precedente rispetto al 2012 pari al 9% e al 17%.
In questi ultimi anni la serie del numero degli infortuni sul lavoro ha mantenuto un andamento decrescente, a confermarlo i dati riferiti al 2013.

Nell’anno passato l’Inail ha registrato 694.648 denunce, circa 50mila in meno, pari a una riduzione percentuale di quasi il 7%; che sale al 21% nel confronto con lo stesso dato relativo al 2009. Gli infortuni riconosciuti sul lavoro dall’Istituto sono invece diminuiti di più del 9%, passando dagli oltre 500mila del 2012 ai circa 457mila dell’anno scorso.

Per quanto riguarda le morti sul lavoro, anche queste sono in diminuzione, nel 2013 vi sono state 1.175 denunce di infortunio mortale mentre nel 2012 erano state 1.331, quelle finora riconosciute dall’Istituto come “sul lavoro” sono 660, di cui 376 avvenute “fuori dall’azienda”. Se i 36 casi ancora in istruttoria fossero tutti riconosciuti “sul lavoro” la riduzione sarebbe pari al 17% rispeto al 2012 e al 32% rispetto al 2009.

Il dato in aumento è riferito alla denunce di malattie professionali, infatti sono state presentate 5.556 denunce in più in confronto al 2012, per un totale di 51.839. La percentuale dei casi per i quali è stato riconosciuto la causa professionale è del 38%, mentre per circa il 3% dei casi si è ancora in fase istruttoria. I lavoratori deceduti nel 2013 con riconoscimento di malattia professionale sono stati invece 1.475 (quasi il 33% in meno rispetto al 2009), di cui 376 per patologie asbesto-correlate protocollate nell’anno. Quello che risulta dall’analisi per classi di età mostra che il 62% di questi decessi è avvenuto oltre i 74 anni di età.

Ovviamente i dati pubblicati si riferiscono unicamente ai lavoratori assicurati Inail, che come ben sappiamo non coprono l’intero panorama lavorativo. I dati escludono alcune categorie di lavoratori come quelli delle forze armate e di polizia, i vigili del fuoco e i volontari della protezione civile. L’istituto ha comunque mostrato disponibilità a ricevere ed elaborare dati per completare il panorama lavorativo.


Vai al link per leggere la Relazione annuale 2013


Fonte INAIL


 

 

 

Condividi:

Formazione professionale per la tua crescita.

Lisa Servizi è un Organismo di Formazione accreditato dalla Regione Veneto in ambito di Formazione Continua, e offre formazione di alto livello attraverso la business unit dedicata, che propone corsi interaziendali a catalogo, corsi aziendali personalizzati, e-learning e training su campi prove.

Rimani informato sugli aggiornamenti di settore