formazione sicurezza denuncia CIIP | Lisa Servizi

Pubblicato il 19 Ottobre 2015

formazione sicurezza denuncia CIIP

formazione sicurezza denuncia CIIP

Che ci siano problemi nell’attuale sistema normativo della formazione obbligatoria in ambito sicurezza non c’è alcun dubbio.

La situazione che si è generata a seguito della norma che ha introdotto l’obbligo di avvalersi di enti bilaterali/CTP ecc e il proliferare di vere e proprie finte associazioni il cui unico scopo è fare business vendendo attestati ha creato una situazione di caos incredibile.

Si è perso di vista lo scopo: formare i lavoratori perché non si facciano male e si è creato un mercato di corsi di formazione erogati da soggetti che la normativa voleva escludere. Ecco che lo scopo originario delle associazioni che si occupano di prevenzione in parte è cambiato.

Oggi alcuni si associano solo per comperare attestati a basso prezzo per poter erogare corsi, impossibili altrimenti senza le attestazioni a pagamento.

Tardivamente, la CIIP (Consulta Interassociativa Italiana per la Prevenzione) spinta da qualche associazione che sta perdendo iscritti, si è mossa segnalando al Ministero del Lavoro, al Coordinamento Tecnico delle Regioni, all’Assessorato alla Sanità dell’Emilia Romagna ed alla AUSL di Bologna per chiedere che “vengano attivati controlli immediati sia nelle fasi di erogazione di percorsi formativi non coerenti con la normativa vigente sia presso le aziende al fine di valutare l’efficacia reale dei percorsi formativi erogati.
La lettera della CIIP segnala il fatto che si sono diffuse  “zone di elusione e/o evasione degli obblighi nomativi relativi alla formazione, con il frequente ricorso a soluzioni di mera apparenza, il rilascio di attestati formativi di comodo e/o al seguito di procedure meramente burocratiche e prive di contenuti reali, con docenze affidate a formatori non qualificati e la vendita di corsi in “formazione a distanza” privi dei requisiti di legge, spesso anche di contenuti pertinenti, tali da configurare vere fattispecie di truffa ai danni degli utenti.”

Ad avviso dello scrivente il problema è stato generato in primo luogo dall’attuale normativa e dalla totale assenza di controlli.

La situazione è molto compromessa soprattutto sui corsi che abilitano le attrezzature di cui all’accordo del 22/2/2012 che avendo una formulazione particolarmente restrittiva ha generato la corsa alla richiesta di attestazioni in vendita.
 

La lettera dal sito CIIP:
http://www.ciip-consulta.it/index.php?option=com_content&view=article&id=473:art-criticita-della-formazione-2&catid=302&Itemid=449

Condividi:

Formazione professionale per la tua crescita.

Lisa Servizi è un Organismo di Formazione accreditato dalla Regione Veneto in ambito di Formazione Continua, e offre formazione di alto livello attraverso la business unit dedicata, che propone corsi interaziendali a catalogo, corsi aziendali personalizzati, e-learning e training su campi prove.

Rimani informato sugli aggiornamenti di settore