Finanziamenti INAIL sicurezza sul lavoro

Pubblicato il 16 Gennaio 2011

Finanziamenti INAIL sicurezza sul lavoro

 

Finanziamenti INAIL sicurezza sul lavoro di ing. Riccardo Borghetto

Dopo una lunga attesa finalmente INAIL ha messo sul sito le informazioni per poter accedere ai 60 milioni di € di incentivi alle imprese per la sicurezza sul lavoro.

Il bando ISI INAIL 2010 è in estrema sintesi uno strumento estremamente interessante per le aziende. Consiglio vivamente alle aziende di utilizzarlo, attivandosi prima possibile, dal momento che tra i criteri per l’aggiudicazione vi è la tempestività.

La procedura informatica si aprirà il 12 Gennaio e si chiuderà circa un mese dopo.

A nostro avviso, viste le caratteristiche del bando, e il particolare periodo di crisi,  la richiesta sarà ampiamente superiore alla disponibilità dei fondi per cui la procedura verrà chiusa in anticipo.

Gli incentivi INAIL alla sicurezza sono erogati alle aziende che intendono:
a) migliorare l’ambiente di lavoro o macchine, impianti, attrezzature, effettuare messa a norma, modificare processi prodottivi, sostituire macchinari pericolosi ecc. Sono finanziate anche attività obbligatorie come pratiche in ambito prevenzione incendi, denuncie di impianti, dichiarazioni ecc. Per alcune voci ci sono delle limitazioni nella percentuale agevolata.

b) effettuare formazione ai lavoratori (sono esclusi i corsi antincendio, primo soccorso, dirigenti, preposti, RSPP, RLS e aggiornamenti). Se i temi oggetto della formazione contengono argomenti citati nel bando il punteggio è aumentato.

c) implementare sistemi di gestione della sicurezza certificabili e non (sia UNI INAIL che OHSAS 18001, SA 8000 e modelli organizzativi e gestionali 231/01.

Tramite i contributi della formazione è possibile finanziare fino al 75% l’implementazione del protocollo BBS per la sicurezza comportamentale (per maggiori informazioni clicca qui).

Lisa servizi ha maturato una notevole esperienza nell’utilizzo di finanziamenti INAIL alla sicurezza in bandi simili.

Tra i nostri servizi quelli che sono di maggior interesse per il bando ISI INAIL 2010 segnaliamo:

-informazione e consulenza alle aziende in merito all’opportunità di aderire al bando, valutare le possibilità di successo e i dettagli operativi prima di procedere

-la stesura della documentazione di progetto per gli investimenti (modulo B1 INAIL e relativi allegati)

-definizione dell’intervento di miglioramento ed effettuazione di tutte le pratiche obbligatorie (prevenzione incendi, pratiche acustiche, misure, denuncie ecc.)

A questo proposito segnaliamo che alcuni dei nostri progetti sono stati premiati dai più importanti enti (Inail, Ispesl, Conferenza Stato Regioni, Ministero del Lavoro, parti sociali ecc.). Oggi Lisa servizi è l’unica azienda Italiana a vantare 3 premi Italiani.

-per la formazione :progettare ed erogare tutta la formazione di interesse per l’azienda.

Alcuni corsi di formazione non sono finanziabili dal bando ISI INAIL 2010.

-implementare il protocollo BBS (Behavior Based Safety ovvero sicurezza basata sul miglioramento della gestione dei comportamenti) e per le piccole aziende la versione BBS-PMI. La BBS è ad oggi il miglior metodo per ottenere risultati misurabili di sicurezza a livello mondiale (

-implementare modelli di sistemi di gestione della sicurezza conformi a OHSAS 18001 o UNI INAIL 

-implementare le SA 8000

-implementare modelli di organizzazione e gestione conformi a D.Lgs 231/01

-aiutare i professionisti che vogliono proporre SGS OHSAS 18001 o modelli 231/01 mediante l’acquisto dei nostri modelli modificabili per la consulenza della famiglia Easygest Safety® (vai alla nostra pagina prodotti)

In pratica Lisa servizi si propone come partner di eccellenza per agevolare al miglioramento reale della sicurezza nelle aziende mediante il bando ISI INAIL 2010.

Criteri di attribuzione e punteggi

Per poter accedere al contributo è necessario che il progetto superi i 90 punti che sono attribuiti automaticamente dal sistema all’atto della domanda.

I punti sono attribuiti sulla base delle seguenti informazioni :

-dimensione aziendale (numero di dipendenti DLL compreso) : il punteggio va da 40 punti (per aziende sotto i 10 dipendenti e 2 milioni di € di fatturato) a 3 punti (quelle sopra 500 dipendenti). Sono fortemente privilegiate le piccole imprese

-tasso di tariffa medio nazionale (PAT) : il punteggio va da 25 per PAT >115 (settori ad alto rischio di infortuni) a 4 (aziende non a rischio): in pratica l’agevolazione va alle aziende a maggior rischio.

-percentuale di lavoratori coinvolti (dalla formazione o dall’investimento nel miglioramento degli ambienti di lavoro, macchine e attrezzature) : max 10 punti in lineare. Cioè se l’intervento tecnico o la formazione interessa il 20% del personale spettano 2 punti, se 100%, 10 punti.

-tipologia di azione formativa o di intervento tecnico: a seconda che l’intervento tecnico o la formazione sia mirato a determinati temi (ad esempio spazi confinati) cambia il punteggio da 30 a 4 punti.

-efficacia dell’intervento (solo per progetti di investimento) : da 30 a 10 punti a seconda che si proceda con l’eliminazione del rischio a sola protezione collettiva. Sono ovviamente privilegiati gli interventi che agendo sul processo eliminano del tutto il rischio.

-per la formazione : a seconda della metodologia utilizzata (formazione frontale o on line) si hanno da 30 a 15 punti, privilegiando la formazione frontale.

-bonus Regionali : nel caso della Regione Veneto si ha un bonus di 5 punti per gli interventi nei settori edile e Manifatturiero.

-condivisione parti sociali : se il progetto reca la firma di associazioni di categoria, sindacati o enti paritetici è riconosciuto un ulteriore bonus del 10% sul punteggio complessivo.

Dai nostri calcoli è relativamente facile ottenere 90 punti per le aziende del Veneto di piccole e medie dimensioni di settori a rischio medio alto. Per le grandi aziende è necessario verificare caso per caso.

Dettagli del bando ISI INAIL 2010

1. OBIETTIVO
Incentivare le Imprese a realizzare interventi finalizzati al miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro: possono essere presentati progetti di investimento, di formazione  e per l'adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale.

2. AMMONTARE DEL CONTRIBUTO
L'incentivo è costituito da un contributo in conto capitale nella misura dal 50% al 75% dei costi del progetto.
Il contributo è compreso tra un minimo di € 5.000 ed un massimo di € 100.000 al netto dell'IVA. Per le imprese individuali e per i progetti di formazione sono previsti limiti più bassi (1000€ minimo).
Per gli importi maggiori può essere richiesta un'anticipazione del 50%.

3. DESTINATARI
Destinatari sono le imprese, anche individuali, iscritte alla Camera di Commercio Industria, Artigianato ed Agricoltura.

4. SPESE AMMISSIBILI
 

Sono ammesse a contributo:
- tutte le spese direttamente necessarie ed indispensabili alla realizzazione del progetto;
- le spese tecniche ed accessorie, come definite negli allegati 1-2-3 al bando.

Non sono ammesse a contributo le spese relative a:
-dispositivi di protezione individuale;
-automezzi e mezzi di trasporto;
- impianti per l’abbattimento di emissioni o rilasci nocivi all’esterno;
- hardware, software e sistemi di protezione informatica;
- mobili e arredi.
-progetti già realizzati o in corso di realizzazione alla data di comunicazione di ammissione al contributo;
-manutenzione ordinaria degli ambienti di lavoro, di attrezzature, macchine e mezzi d’opera;
-corsi di formazione e aggiornamento per RSPP/ASPP, dirigenti, preposti, RLS, addetti primo soccorso e antincendio

5. RISORSE
Per l'anno 2010 l'INAIL ha stanziato 60 milioni di euro ripartiti in budget regionali.

6. MODALITA' E TEMPI
A partire dal 10 dicembre 2010, sul sito www.inail.it - Punto Cliente le imprese hanno a disposizione una procedura informatica che consente, attraverso la semplice compilazione di campi obbligati, di verificare la possibilità di presentare la domanda di contributo.
La domanda può essere presentata attraverso la procedura informatica a partire dalle ore 14,00 del 12 gennaio 2011 (apertura dello sportello).

A partire dal 10 dicembre, la procedura informatica consente di effettuare delle simulazioni - allo scopo di verificare il raggiungimento della soglia di ammissibilità - salvare quanto compilato e procedere all’invio on-line della domanda anche in un momento successivo

Condizione per la presentazione della domanda è, oltre al possesso dei requisiti di ammissibilità, il raggiungimento di un punteggio soglia, determinato da diversi parametri: dimensione aziendale, rischiosità dell'attività di impresa, numero di destinatari, finalità ed efficacia  dell'intervento, con un bonus in caso di collaborazione con le Parti sociali nella realizzazione dell'intervento.
Lo sportello telematico riceve le domande in ordine di arrivo e chiuderà il 14 febbraio 2011. La chiusura potrebbe essere anticipata in caso di esaurimento dei fondi disponibili nel budget regionale.
Entro i 15 successivi all'invio telematico l'impresa deve far pervenire alla Sede INAIL competente la domanda cartacea debitamente sottoscritta, oltre alla documentazione prevista.
In caso di ammissione all'incentivo, l'impresa ha un termine massimo di un anno per realizzare e rendicontare il progetto. Entro 60 giorni dalla rendicontazione, in caso di esito positivo delle verifiche, il contributo viene erogato.

7. INFORMAZIONI
Tutte le informazioni possono essere trovate negli Avvisi pubblici regionali sottoelencati.
PUNTO  DI  CONTATTO: Contact Center - Tel 803164

 

 

 

Condividi:

Formazione professionale per la tua crescita.

Lisa Servizi è un Organismo di Formazione accreditato dalla Regione Veneto in ambito di Formazione Continua, e offre formazione di alto livello attraverso la business unit dedicata, che propone corsi interaziendali a catalogo, corsi aziendali personalizzati, e-learning e training su campi prove.

Rimani informato sugli aggiornamenti di settore