Enti di formazione e GDPR: tenere i dati o cancellarli?

Pubblicato il 23 Maggio 2018

Enti di formazione e GDPR: tenere i dati o cancellarli?

Enti di formazione e GDPR: tenere i dati o cancellarli?

Ci sono arrivate varie richieste di individuazione quale Responsabile Trattamento dati ai sensi GDPR dal momento che eroghiamo corsi di formazione.

Nei contratti proposti è richiesto che qualora il richiedente -Titolare dei dati- intenda cancellare i dati, il responsabile provveda subito, come richiesto dal GDPR.

Ma veniamo al problema

Lisa Servizi è un ente di formazione accreditato che eroga corsi in ambito sicurezza sul lavoro.

L’accordo Stato Regioni del 7/7/2016 per la formazione RSPP, stabilisce che:

 

“Presso il soggetto formatore deve essere conservato per almeno 10 anni il “Fascicolo del corso” contenente:

  • dati anagrafici del partecipante;
  • registro del corso recante: elenco dei partecipanti (con firme), ..”

 

L’accordo Stato Regioni dice una cosa di buon senso. E’ necessario mantenere documentazione ed evidenza dei corsi fatti. Lisa Servizi potrebbe essere chiamata a documentare, a fronte di un infortunio accaduto, che un determinato corso è stato svolto nel rispetto della normativa/prassi vigenti.

Se il titolare dei dati ci impone di cancellarli, non siamo più in grado di assolvere a quanto richiesto dall’accordo Stato Regioni.

Qual è la soluzione?

 

 tenere i dati o cancellarli?

Enti di formazione e GDPR: tenere i dati o cancellarli?

Condividi:

Formazione professionale per la tua crescita.

Lisa Servizi è un Organismo di Formazione accreditato dalla Regione Veneto in ambito di Formazione Continua, e offre formazione di alto livello attraverso la business unit dedicata, che propone corsi interaziendali a catalogo, corsi aziendali personalizzati, e-learning e training su campi prove.

Rimani informato sugli aggiornamenti di settore