Delitti contro l’ambiente

Pubblicato il 03 Giugno 2015

Delitti contro l’ambiente nel 231

Delitti contro l’ambiente nel 231

È in vigore dal 29 maggio 2015 la legge 22 maggio 2015 n. 68 (G.U. n. 122 del 28/05/2015) che ha introdotto i delitti contro l’ambiente, all’interno del codice penale.

Troviamo dunque cinque nuovi reati, che sono i delitti contro l’ambiente, nel titolo VI-bis del codice penale.

L’importanza della norma è data non solo dal fatto che introduce nel codice penale un intero titolo (VI bis) dedicato ai “Delitti contro l’ambiente”. Essa infatti riporta modifiche al Testo Unico Ambientale al D.L.vo n. 231/2001.

Nel primo caso, introduce la Disciplina sanzionatoria degli illeciti amministrativi e penali in materia di tutela ambientale, mentre, per quel che riguarda la responsabilità amministrativa dell’ente, modifica i reati presupposto ambientali.

I cinque nuovi delitti contro l’ambiente sono: inquinamento ambientale, disa­stro ambien­tale, impedimento dei con­trolli, omessa boni­fica e traf­fico di mate­riale radioat­tivo.

Delitti contro l’ambiente nel 231

Delitti contro l’ambiente nel 231

Condividi:

Formazione professionale per la tua crescita.

Lisa Servizi è un Organismo di Formazione accreditato dalla Regione Veneto in ambito di Formazione Continua, e offre formazione di alto livello attraverso la business unit dedicata, che propone corsi interaziendali a catalogo, corsi aziendali personalizzati, e-learning e training su campi prove.

Rimani informato sugli aggiornamenti di settore