Corsi sicurezza sul lavoro: come ottenere un alto gradimento

Pubblicato il 11 Aprile 2022

Corsi sicurezza lavoratori: come ottenere un alto gradimento

Corsi sicurezza sul lavoro: come ottenere un alto gradimento

Di Ing. Riccardo Borghetto, amministratore unico Lisa Servizi s.r.l., ente di formazione accreditato presso la Regione Veneto.

I corsi sicurezza sul lavoro molto spesso godono la fama di essere noiosi. Si fanno perché devono essere fatti.

Alla fine del corso, vi è la somministrazione del modulo di gradimento: il gradimento non ha nulla a che fare con l’apprendimento ma è comunque una verifica utile per capire se, per lo meno, il corso è piaciuto a chi l’ha scelto (e l’ha pagato) o non l’ha scelto, essendo stato imposto dall’azienda.

Corsi sicurezza sul lavoro - come ottenere un alto gradimento

9 elementi che possono aumentare il tasso di gradimento dei corsi sicurezza sul lavoro

Quali sono gli elementi che possono contribuire ad elevare il livello di gradimento dei corsi sicurezza sul lavoro?

1) Essere preparati sull’argomento: questo in realtà è un pre requisito. Diciamo che lo diamo per scontato, anche se spesso non è cosi. Essendo il responsabile di un ente di formazione, ricevo molti CV di docenti che si propongono. Molti vanno in aula a insegnare agli altri, senza mai avere avuto esperienza diretta dell’argomento che insegnano. Decine di docenti ci hanno comperato il materiale didattico e le slide di corsi attrezzature la mattina, per andare in aula al pomeriggio a leggerle. Non sto scherzando.

Corsi sicurezza sul lavoro - Essere preparati sull’argomento

2) Tecniche di public speaking: cercare il contatto visivo con ogni singolo partecipante, modulare l’intensità della voce e una corretta gestione delle pause, avvicinarsi ai partecipanti, mantenere sempre viva l’attenzione e Cambiare spesso canale comunicativo (lanciare un video, una indagine, un esercizio in gruppo, un caso di studio, storytelling ecc.)

Corsi sicurezza sul lavoro - Tecniche di public speaking

3) Essere in sintonia con l’auditorio: utilizzare un linguaggio, una didattica e una mimica in funzione dei presenti. Si può andare da un'acciaieria con personale neo assunto straniero che capisce con difficoltà la lingua Italiana, ad un corso per dirigenti o datori di lavoro di una grande azienda internazionale, magari in Inglese, ad un corso tecnico specialistico per tecnici. Ogni tanto si commettono degli errori, come quella volta che ho inserito l’argomento sugli incidenti stradali e guida distratta al personale di un ente sull’isola di Torcello, ove non circolano auto. Ovviamente me l’hanno fatto subito notare. 

Corsi sicurezza sul lavoro - Essere in sintonia con l’auditorio

4) Didattica: molti docenti credono sia sufficiente conoscere la materia per raccontarla ad altri. Ho in mente grandi tecnici che sono noiosissimi, che utilizzano slide con colori sbagliati (ad esempio caratteri in nero su fondo blu scuro o marrone) con caratteri piccoli, che leggono il testo, che interagiscono poco con i partecipanti o impostano il rapporto d’aula come professore che sa, che insegna agli allievi che non sanno. Invece una lezione è una opportunità di apprendimento collettivo, dove il docente conosce la metodologia per far partecipare tutti, che pone domande aperte, che fa rispondere spesso gli altri partecipanti, che rinforza chi interviene, suggerisce e mantiene un comportamento positivo.

Corsi sicurezza sul lavoro - Didattica

5) Gestione delle obiezioni: durante una lezione vi possono essere tanti tipi di affermazioni da parte dei partecipanti come domande, obiezioni legittime che possono creare l’opportunità di approfondimenti a beneficio di tutti, oppure obiezioni che non c’entrano nulla con il corso o del tutto inopportune che vanno prontamente gestite per non perdere l’attenzione dell’aula. A questo proposito mi ricorderò per sempre quanto successo circa 20 anni fa: stavo facendo un corso sulla 626 a insegnanti di scuola media, erano in 100 nel teatro della scuola e c’erano 3 professoresse che parlavano in continuazione tra loro, probabilmente seccate per dover essere presenti a un evento inutile per loro, ad un certo punto una di loro mi ha chiesto ad alta voce “Ma Lei ha mai insegnato?”. Era evidente a tutti il tono provocatorio, voleva dire: "Ma tu sei interno o esterno al nostro mondo scolastico?", la risposta che ho dato in un nanosecondo, senza pensarci, fu “No. E non ci tengo”. Oggi gestirei l’obiezione con tecniche più raffinate ma 20 anni fa ho dato una risposta forte ad una domanda stupida. Dopo 2 minuti di crescita della pressione, l’insegnante è sbottata, di fronte a 100 persone, “Ma Lei come si permette?”. E’ intervenuta la preside e l’ha allontanata com’era giusto. Queste o altre situazioni spiacevoli accadono, me ne sono capitate tantissime e vanno gestite.

Corsi sicurezza sul lavoro - Gestione delle obiezioni

6) Tecniche di ingegneria della comunicazione: La ricerca scientifica ci dice che l’apprendimento nell’ascoltare un docente o leggere è molto basso, cresce con le dimostrazioni, la discussione e la pratica. Chi impara più di tutti è chi insegna!  Ci dice anche che oggi le persone sono molto meno attente di una volta. Si distraggono molto facilmente.  Non parliamo dell'effetto deleterio di avere gli smarphone in aula. Tenere alta l’attenzione è una abilità da costruire per un formatore eccellente. Le tecniche di ingegneria della comunicazione ci insegnano che bisogna introdurre variazioni continue. Passare dal frontale ad un esercizio collettivo, a vedere un video, a creare dei gruppetti cui viene dato un compito. Ci sono tantissimi strumenti di ausilio alla didattica come la possibilità di eseguire in real time dei sondaggi mostrando subito il risultato (come sli.do o surveymonkey o menti.com). Oppure utilizzare dei giochi (io uso spesso dei disegni di ambienti industriali che contengono alcuni errori: bisogna individuare quali sono), delle simulazioni (role play) ecc. Tra questi, i video sulla sicurezza di eventi reali, sono quelli che, a mio avviso, sono di maggior impatto. Spesso durano pochissimo, alcuni secondi, ma sono in grado di trasmettere informazioni, coinvolgimento e spesso emozioni. Si prestano ad essere commentati con domande aperte.  Ho notato che sono utili per ottenere attenzione anche dei brevi video di 2 minuti contenenti i titoli di infortuni presi dai giornali o telegiornali. Molto efficace è anche lo story telling sopratutto quando si raccontano fatti personali.

Corsi sicurezza sul lavoro - Tecniche di ingegneria della comunicazione

7) Recitazione: quando fai gli stessi corsi sicurezza sul lavoro, per decine di volte, di fatto reciti. Sei diventato un attore dal vivo. La sceneggiatura è il programma didattico, ma lo reciti secondo copione. Sai già in anticipo quando dirai la battuta e la reazione dei partecipanti quale sarà. Il come reciti il copione è forse più importante del contenuto del copione stesso.

Corsi sicurezza sul lavoro - Recitazione

8) Rendere la lezione leggera: Bisogna progettare il corso affinchè non sia noioso. Se si riesce ad andare oltre le aspettative dei partecipanti (cioè entrano in aula pensando già di annoiarsi, e invece si divertono, magari ridono in determinate occasioni, stupiti o impressionati da qualche video ad alto impatto, si confrontano con le risposte dei loro colleghi) il corso può dare veramente molte soddisfazioni a tutti. Molto spesso ci sono allievi che mi fermano e mi fanno i complimenti “Bellissimo corso. Veramente”. Direi che alle volte insegnare è il mesterie più bello del mondo.

Corsi sicurezza sul lavoro - Rendere la lezione leggera

9) Come si apprende: sappiamo dalla teoria sull’apprendimento (che coincide con l’analisi scientifica del comportamento) che non si apprende ascoltando gli altri, ma parlando e ricevendo rinforzi immediati dopo le nostre affermazioni. Quindi bisogna ridurre al minimo le cose che si dicono e porre invece molte domande ai partecipanti, in modo da poter rinforzare chi interviene (“esatto, è proprio cosi!”, “complimenti, la domanda non era facile”, “vedo che lei interviene spesso, si vede che è preparato..”).Bisogna far ripetere a loro i concetti, piuttosto che ascoltarli passivamente.

Corsi sicurezza sul lavoro - Come si apprende

Mi fermo qui: ci sono molte altre cose da dire ma in un post si può fare poco.

Meglio farlo praticamente in un corso: ho progettato assieme all’amico Renato Poli, consulente esperto in ambito sicurezza sul lavoro e attore, un paio di corsi specifice per formatori sicurezza, sulle tecniche da utilizzare per coinvolgere, divertire, stupire, rendere efficaci i corsi sicurezza sul lavoro.

Si tratta delle competenze da acquisire per chi ha paura di andare in aula e ha poca esperienza ma anche a chi, pur avendo esperienza, vuole apprendere ulteriori tecniche o strumenti per migliorare ulteriormente le performance.

I corsi forniscono crediti formativi per formatori e Rspp/Aspp. Trovate tutti i dettagli del corso, già confermato, nella pagina:

Il FormAttore - L’uso di tecniche teatrali per la formazione

L'altro corso che mi vede come docente, è un corso riguardante le tecniche di ingegneria della comunicazione, trovate maggiori informazioni nella pagina:

Corso "Parlare in pubblico di sicurezza sul lavoro: trucchi del mestiere"

 

Corsi sicurezza sul lavoro: come ottenere un alto gradimento

Condividi:

Formazione professionale per la tua crescita.

Lisa Servizi è un Organismo di Formazione accreditato dalla Regione Veneto in ambito di Formazione Continua, e offre formazione di alto livello attraverso la business unit dedicata, che propone corsi interaziendali a catalogo, corsi aziendali personalizzati, e-learning e training su campi prove.

Rimani informato sugli aggiornamenti di settore

Iscriviti alla Newsletter!

Segui da vicino le novità di Lisa Servizi, rimani aggiornato su eventi e servizi. Promettiamo di inviarti solo contenuti che troverai sicuramente interessanti.

Nome*
Email*