Circolare Reach e CLP nella valutazione del rischio chimico

Pubblicato il 06 Luglio 2011

È stata pubblicata in data 30 giugno 2011, dalla Commissione consultiva permanente del Ministero del lavoro, la circolare "Prime indicazioni esplicative in ordine alle implicazioni del Regolamento (CE) n. 1907/2006, REACH, del Regolamento (CE) n. 1272/2008, CLP, e del regolamento UE n. 453/2010 nell’ambito della normativa vigente in materia di salute sicurezza nei luoghi di lavoro (Titolo IX del D.Lgs. n. 81/2008 e s.m.i, Capo I Protezione da Agenti Chimici e Capo II Protezione da Agenti Cancerogeni e Mutageni)".

Tale circolare definisce le modalità di armonizzazione dei regolamenti REACH e CLP in relazione a quanto già previsto dal Testo Unico per la Salute e Sicurezza nei luoghi di lavoro in materia di valutazione dei rischi e protezione da agenti chimici, cancerogeni e mutageni.

La circolare ribadisce un importante concetto: vanno valutati anche quegli agenti chimici non classificabili come pericolosi (con la vecchia o nuova normativa) ma che possono comportare un rischio per la salute e la sicurezza dei lavoratori a causa di proprietà chimico-fisiche e del modo in cui sono utilizzati o presenti nel luogo di lavoro.

Altro punto fondamentale: l’importanza della scheda dati di sicurezza come strumento per trasferire e ricavare le informazioni sulla pericolosità di sostanze e miscele. Per le sostanze prodotte e importate in quantitativi superiori a 10 tonnellate/anno è prevista anche l’elaborazione del rapporto sulla sicurezza chimica (CSR). Questa relazione delinea gli scenari di esposizione (ovvero l’insieme delle condizioni che descrivono il modo in cui una sostanza è utilizzata o si raccomanda l’utilizzo) per l’impiego in maniera sicura.

La circolare poi approfondisce la necessità di formare i lavoratori in merito alla nuova etichettatura, ma anche in relazione ai cambiamenti apportati da questi regolamenti.

Infatti i regolamenti REACH e CLP hanno un impatto non trascurabile sui processi collegati alla valutazione del rischio da agenti chimici pericolosi, cancerogeni e mutageni. Pertanto, è necessario che il datore di lavoro ponga particolare attenzione nell’interpretare correttamente quanto richiesto in fase di aggiornamento o stesura della valutazione dei rischi specifica.

Lisa servizi sta adeguando i modelli e le modalità operative per la valutazione del rischio chimico per tenere conto della circolare Reach e CLP.

Scarica la circolare

Iscriviti alla nostra newsletter gratuita!

Vai ai nostri corsi e-learning!

Vai all’ elenco dei nostri corsi!

Vai all’ elenco dei nostri prodotti!

Condividi:

Formazione professionale per la tua crescita.

Lisa Servizi è un Organismo di Formazione accreditato dalla Regione Veneto in ambito di Formazione Continua, e offre formazione di alto livello attraverso la business unit dedicata, che propone corsi interaziendali a catalogo, corsi aziendali personalizzati, e-learning e training su campi prove.

Rimani informato sugli aggiornamenti di settore