BANDO ISI INAIL 2011

Pubblicato il 28 Dicembre 2011

Aggiornamento (19/3/2012)

Per chi ha salvato la domanda per partecipare al bando ISI INAIL 2011, il 16 Aprile sarà pubblicato il calendario dell’apertura dello sportello informatico per l’invio telematico delle domande tramite codice identificativo.

Vai alla pagina dell'INAIL


Avevamo già comunicato in precedente notizia la prossima uscita di un nuovo bando di incentivi sicurezza da parte Inail per progetti aventi per oggetto la sicurezza sul lavoro.

Il bando ISI INAIL 2011 esce oggi :28 Dicembre 2011.

Rispetto all’anticipazione che avevamo fornito è aumentato il budget. Erano previsti 186 milioni di incentivi sicurezza, invece l’importo disponibile dal bando ISI INAIL 2011 è stato aumentato a 205 milioni di €.

Per aiutare i nostri clienti a fare il calcolo del punteggio e verificare se riescono a superare i 105 punti alleghiamo una tabella di calcolo in excel

e uno schema riassuntivo qui di seguito allegato.
 

OBIETTIVO

L’obiettivo del bando ISI INAIL 2011 è quello di fornire incentivi per il miglioramento dei livelli di sicurezza e salute nei luoghi di lavoro. In sintesi sono presenti incentivi sicurezza per :

-investimenti sicurezza

-adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale (SGSL. Ex 231, CSR ecc)

NB: non è incentivata la formazione

DE MINIMIS

Come per altre forme di contributi è necessario verificare se viene soddisfatto il criterio De Minimis,Reg. (CE) n. 1535/2007,

AMMONTARE DEL CONTRIBUTO

Rispetto al bando precedente ISI 2010 il contributo degli incentivi sicurezza si è ridotto al 50% dei costi di progetto, con un limite di contribuito massimo di 100.000 (progetti da 200.000€).

Il contributo minimo erogabile è pari a € 5.000. Per le imprese fino a 50 dipendenti che presentano progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale non è fissato il limite minimo di spesa. Pe progetti consistenti di importo >30.000€ è prevista la possibilità di chiedere una anticipazione.

TIPOLOGIE DI PROGETTI DI INVESTIMENTO AMMESSI

Ristrutturazione o modifica strutturale e/o impiantistica degli ambienti di lavoro

Installazione e/o sostituzione di macchine, impianti, attrezzature

Modifiche layout produttivo

Interventi finalizzati alla riduzione/eliminazione del rischio (es rumore, agenti cancerogeni ecc.)

TIPOLOGIE DI PROGETTI DI CSR AMMESSI

Adozione di sistemi di gestione della salute e sicurezza sul lavoro (SGSL) di settore previsti da accordi INAIL-Parti sociali

b) Adozione ed eventuale certificazione di un SGSL

c) Adozione di un modello organizzativo e gestionale ex D.Lgs

231/01

d) adozione di un sistema certificato SA8000

e) Modalità di rendicontazione sociale asseverata da parte terza indipendente

SPESE AMMESSE A CONTRIBUTO (INVESTIMENTI)

Sono ammessibili tutte le spese direttamente necessarie alla

realizzazione del progetto, nonché le eventuali spese accessorie o

strumentali, funzionali alla realizzazione dello stesso ed indispensabili per la sua completezza.

Le spese, documentate, devono essere direttamente sostenute dall’impresa richiedente i cui lavoratori e/o titolare beneficiano dell'intervento.

Sono anche ammesse le eventuali spese tecniche, entro i limiti precisati nell’allegato 1, di cui all’art. 5.

SPESE NON AMMESSE

A CONTRIBUTO (INVESTIMENTI)

Non sono ammesse  le spese relative all’acquisto od alla

sostituzione di:

_ dispositivi di protezione individuale nonché ogni altro relativo

complemento o accessorio;

_ automezzi e mezzi di trasporto su strada, aeromobili, imbarcazioni e

Simili:

_ impianti per l’abbattimento di emissioni o rilasci nocivi all’esterno degli ambienti di lavoro, o comunque qualsiasi altra spesa mirata

esclusivamente alla salvaguardia dell’ambiente;

_ hardware, software e sistemi di protezione informatica fatta eccezione per quelli dedicati all’esclusivo ed essenziale funzionamento di sistemi utilizzati ai fini del miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza;

- mobili e arredi.

Non sono inoltre ammesse a contributo le spese relative a:

•      interventi da effettuarsi in locali diversi da quelli nei quali è esercitata l’attività lavorativa al momento della presentazione della domanda;

  • progetti già realizzati o in corso di realizzazione;
  • manutenzione ordinaria degli ambienti di lavoro, di attrezzature,

macchine e mezzi d’opera;

•      adozione e/o certificazione di sistemi di gestione della salute e

sicurezza sul lavoro (SGSL) relative ad imprese senza dipendenti;

•      acquisizioni tramite locazione finanziaria (leasing);

•      mero smaltimento dell’amianto (lo smaltimento è ammesso solo nel caso in cui l'intervento rientri in un progetto complessivo volto al miglioramento delle condizioni di salute dei lavoratori dell'azienda nel quale è compresa la rimozione dell'amianto ad esempio presente in coperture, per coibentazione, ecc.);

•       acquisto di macchinari o apprestamenti indispensabili per l'erogazione di un servizio o per la produzione di un bene, di cui l’impresa non dispone ma che deve possedere per poter svolgere la propria attività aziendale

SPESE AMMISSIBILI PER PROGETTI CSR

L’importo finanziabile dipende dal numero di dipendenti, dal macrosettore di riferimento

RISORSE DISPONIBILI

Per l'anno 2011 l'INAIL ha stanziato 205 milioni di euro ripartiti in budget regionali.

TEMPISTICA

La procedura è informatica (simile alla procedura precedentemente utilizzata con le modifiche già indicate nella nostra precedente notizia).

La domanda va caricata sul sito ww.inail.it Punto cliente dal 28 dicembre 2011 al 7 marzo 2012.

La procedura permette l’inserimento della domanda, le simulazioni e verifiche per essere certi di raggiungere il punteggio richiesto.

Una volta accertato il superamento della soglia minima le aziende riceveranno un codice univoco.

Invio della domanda on-line

Le domande inserite, alle quali è stato attribuito il codice identificativo, ormai salvate e non più modificabili, potranno essere inoltrate on-line; la data e l’ora di apertura e di chiusura dello sportello informatico per l’inoltro delle domande saranno pubblicate sul sito www.inail.it a partire dal 14 marzo 2012.

L’elenco in ordine cronologico di tutte le domande inoltrate sarà pubblicato sul sito INAIL, con evidenza di quelle collocatesi in posizione utile per l’ammissibilità del contributo, ovvero fino alla capienza della dotazione finanziaria complessiva.
 

Entro i 30 giorni successivi all'invio telematico l'impresa deve trasmettere alla Sede INAIL competente tutta la documentazione prevista, utilizzando la Posta Elettronica Certificata.
 

In caso di ammissione all'incentivo, l'impresa ha un termine massimo di 12 mesi per realizzare e rendicontare il progetto. Entro 90 giorni dal ricevimento della rendicontazione, in caso di esito positivo delle verifiche, viene predisposto quanto necessario all'erogazione del contributo.

PUNTEGGIO MINIMO

Sono richiesti almeno 105 punti (punteggio soglia).

I parametri da considerare per il raggiungimento del punteggio soglia:

  • dimensione aziendale (da 7 a 45 p.ti: punteggio maggiore per piccole dimensioni (1-10)
  •  tasso di rischiosità dell'attività di impresa (da 4 a 25 punti a seconda del tasso di tariffa medio nazionale nella PAT)
  •  numero di lavoratori coinvolti (da 4 a 10 p.ti)
  •  finalità, tipologia ed efficacia dell'intervento (da 8 a 35 a seconda del tipo di rischio oggetto dell’intervento)
  • Per progetti CSR: 80 punti OHSAS 18001; 70 p.ti non certificato, 70 p.ti modello 231, 70 p.ti modello Uni Inail. 60 p.ti SA8000
  • bonus nel caso di collaborazione con le Parti sociali nella realizzazione dell'intervento (dal 10 al 14% a seconda del numero di parti sociali coinvolte)

CRITERI DI ASSEGNAZIONE

Nel caso di ex aequo delle domande collocate nell’ultima posizione

dell’elenco cronologico utile per l’ammissibilità al contributo l’ordine viene

stabilito secondo seguenti criteri da applicarsi nella sequenza

sottoindicata:

_ contributo richiesto minore

_ importo del progetto maggiore

_ maggior numero di addetti interessati dal progetto

_ data iscrizione alla CCIAA meno recente

Pertanto beneficeranno del contributo le imprese che, ordinate in base agli ulteriori criteri descritti, rientreranno nei limiti delle risorse disponibili.

Nel caso in cui a seguito dell’applicazione dei criteri sopraindicati dovesse risultare ancora una situazione di ex aequo le risorse disponibili saranno ripartite in parti uguali.

DOCUMENTI

6. DOCUMENTAZIONE - INFORMAZIONI
Tutte le informazioni potranno essere trovate negli Avvisi pubblici e relativi allegati, nonché nel Manuale per l'utilizzo della procedura on-line.

MANUALE per l'utilizzo della procedura on-line - Istruzioni per l'accesso


Vai alla pagina del sito INAIL


Scarica il Manuale



Vai alla Proposta Lisa servizi


 

Condividi:

Formazione professionale per la tua crescita.

Lisa Servizi è un Organismo di Formazione accreditato dalla Regione Veneto in ambito di Formazione Continua, e offre formazione di alto livello attraverso la business unit dedicata, che propone corsi interaziendali a catalogo, corsi aziendali personalizzati, e-learning e training su campi prove.

Rimani informato sugli aggiornamenti di settore