Aggiornamento reati 231 soggiorno irregolare

Pubblicato il 21 Agosto 2012

Aggiornamento reati 231 soggiorno irregolare

Aggiornamento reati 231 soggiorno irregolare

Il 16 Luglio è stata recepita la direttiva 2009/52/CE (direttiva volta a rafforzare la cooperazione tra Stati membri nella lotta contro l’immigrazione illegale,  introducendo norme relative a sanzioni e a provvedimenti nei confronti di datori di lavoro che impiegano cittadini di Paesi terzi il cui soggiorno è irregolare) con il D.lgs 109/2012, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 25 Luglio 2012 (G.U. numero 172).

Il D.lgs 109/2012  prevede delle ipotesi aggravanti in caso di impiego di cittadini stranieri il cui soggiorno sia irregolare (reato già previsto all’articolo 22, comma 12 del Testo Unico sull’immigrazione) e, nello specifico, nel caso in cui esso sia caratterizzato da “particolare sfruttamento”, ovvero quando:

  • vengano occupati irregolarmente più di tre lavoratori;
  • vengano occupati minori in età non lavorativa;
  • ricorrano le ipotesi di sfruttamento di cui all’articolo 603 bis del codice penale.


Per favorire l’emersione degli illeciti il recente decreto prevede, inoltre, per le sole ipotesi di particolare sfruttamento lavorativo, che lo straniero possa ottenere, in caso di denuncia o collaborazione, il rilascio di un permesso di soggiorno umanitario temporaneo che  consente lo svolgimento di attività lavorativa.

 
Aggiornamento reati D.lgs 231/01

Con il D.lgs 109/2012 si realizza un altro aggiornamento dei reati D.lgs 231/01 introducendo il reato di impiego di lavoratori il cui soggiorno è irregolare.

Tale reato è sanzionato con l’applicazione di 100-200 quote entro il limite di 150.000€

Con questa nuova fattispecie di reato tra quelli previsti dal D.lgs 231/01 e s.m.i., continua ad estendersi il campo di applicazione del D.lgs 231/01 ed è un preciso segno della volontà del legislatore di utilizzare ed estendere l’applicabilità della Responsabilità penale delle persone giuridiche.


Ricordiamo che Lisaservizi ha una divisione specializzata nell’implementazione di modelli organizzativi 231 in grado di:

  • svolgere consulenza in ambito 231
  • effettuare corsi di formazione su D.lgs 231/01
  • implementare modelli organizzativi D.lgs 231/01
  • assumere incarichi di organismo di vigilanza D.lgs 231/01
  • collaborare con OdV interni per audit specialistici in ambito sicurezza e ambiente

 

Aggiornamento reati 231 soggiorno irregolare

Condividi:

Formazione professionale per la tua crescita.

Lisa Servizi è un Organismo di Formazione accreditato dalla Regione Veneto in ambito di Formazione Continua, e offre formazione di alto livello attraverso la business unit dedicata, che propone corsi interaziendali a catalogo, corsi aziendali personalizzati, e-learning e training su campi prove.

Rimani informato sugli aggiornamenti di settore