6 nuove Buone Prassi pubblicate

Pubblicato il 04 Dicembre 2013

In data 27 novembre 2013 sono state pubblicate 6 nuove buone prassi validate dalla commissione consultiva permanente.

Vediamole brevemente insieme:

Movimentazione centrata sulla persona (MCP)

Questa Buona Prassi è stata elaborata da IGIEA ed è basata su un modello di riferimento di tipo bio-meccanico del quale sfrutta e ri-orienta i riferimenti ergonomici e biomeccanici contestualizzandoli all’interno di un modello olistico (bio-psico-sociale).
Con il coinvolgimento di 1200 pazienti e 250 operatori sanitari per un totale di 6000 osservazioni è stato possibile dimostrare che focalizzando la movimentazione sulla persona, anziché sull’operatore, è possibile eliminare i fattori ostacolanti l’autonomia del malato a livello dell’ambiente terapeutico, organizzativo e relazionale e che l’utilizzo di ausili per l’autonomia consente di eliminare o ridurre efficacemente la domanda di MMM con una riduzione dello sforzo fisico, a parità di condizioni di lavoro, del 39%
Il modello della Movimentazione centrata sulla persona (MCP) è di tipo formativo e si realizza in due fasi attraverso una metodologia di tipo laboratoriale.
La prima fase permette il recupero dei saperi utili, presenti nella modalità formativa tradizionale, e introduce l’utilizzo di nuovi strumenti per la valutazione delle attività di movimentazione dei malati.
La seconda fase introduce concetti di tipo teorico e metodologico la cui applicazione avviene attraverso una sperimentazione.

Impresa Sicura

Impresa sicura contribuisce alla promozione della cultura all’interno dell’azienda coinvolgendo datori di lavoro e lavoratori sui rischi e sulle precauzioni da adottare in base alla proprio mansione.
Nello specifico adottare una Procedura per realizzare e ampliare uno strumento idoneo ad effettuare sia la valutazione del rischio per diversi comparti lavorativi sia l’implementazione corretta delle procedura standardizzata per la valutazione dei rischi per le imprese fino a 50 lavoratori.

Sicuri per mestiere: una storia non ordinaria di sicurezza in cantiere

Per migliorare la sicurezza e la comunicazione sono state definite 5 aree di rischio prioritarie sulle quali intervenire, la scelta è si è basata sui dati statistici di settore: la caduta dall’alto, la caduta di materiali dal’’alto, l’utilizzo di macchine ed attrezzature, il rischio chimico e il rischio elettrico.
Questi 5 settori sono, in ambito cantieri, i rischi con maggiore frequenza ed in assoluto con più alto tasso di mortalità, possono essere determinati sia da cause inerenti le misure preventive di sicurezza, sia a comportamenti sbagliati dei lavoratori.
Proprio sui comportamenti non conformi questa Buona Prassi trova la soluzione ispirandosi alla BBS (Behavior Based Safety), integrando con metodologie di Change management e la teoria della comunicazione.
Software per la valutazione degli equipaggiamenti elettrici delle macchine ante direttiva (non marcate CE)
La problematica affrontata riguarda gli aspetti di rischio correlati con gli equipaggiamenti elettrici delle macchine, con particolare attenzione alla protezione contro i contatti diretti e indiretti e alla sicurezza dei sistemi di comando e controllo.

La sicurezza non è un gioco

Sviluppare una cultura in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro intesa come presa di coscienza della situazione, sensibilizzando i lavoratori, attraverso un percorso finalizzato al consolidamento delle tematiche salute e sicurezza.
Accrescere la consapevolezza dei meccanismi che intervengono ed influenzano la percezione dei pericoli e dei rischi per ridurre comportamenti pericolosi.

Buone prassi per lo svolgimento in sicurezza delle attività subacquee di Ispra e delle agenzie ambientali

Il documento delinea una “procedura operativa” che garantisce lo svolgimento in sicurezza delle attività subacquee di ISPRA e delle Agenzie Ambientali.
La Buona Prassi è rivolta agli operatori del sistema delle Agenzie che svolgono attività subacquea di monitoraggio e controllo dello stato dell’ambiente ed è stato realizzato al fine di individuare responsabilità, valutare i rischi e le conseguenti misure di prevenzione ivi comprese l’addestramento e la formazione.


Per leggere nel dettaglio le Buone Prassi pubblicate visita il sito del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.




 

Condividi:

Formazione professionale per la tua crescita.

Lisa Servizi è un Organismo di Formazione accreditato dalla Regione Veneto in ambito di Formazione Continua, e offre formazione di alto livello attraverso la business unit dedicata, che propone corsi interaziendali a catalogo, corsi aziendali personalizzati, e-learning e training su campi prove.

Rimani informato sugli aggiornamenti di settore