Sicurezza: Disegno di legge Semplificazioni

Pubblicato il 01 Novembre 2012

Il governo Monti del Consiglio dei Ministri del 16/10/2012 ha varato un disegno di legge (cosiddetto semplificazioni Bis) che prosegue l’opera già iniziata di sburocratizzazione degli adempimenti in vari ambiti (sicurezza, ambiente, autorizzazioni, certificazioni titoli studio, privacy, agricoltura, pagamento tassa dei rifiuti ecc.)

Tra questi sono previste alcune semplificazioni in ambito sicurezza sul lavoro. Il governo ha stimato un taglio di 4,7 Miliardi di oneri agendo sugli adempimenti formali in ambito sicurezza.

Prima che la norma diventi attuativa saranno necessari vari passaggi, sentiti i Ministeri competenti e la Conferenza Stato Regioni.

Il governo si è premurato di spiegare che vi saranno dei tagli solo agli aspetti burocratici e non alla sostanza secondo il principio “meno carta e più sicurezza”.

il governo è inoltre orientato a mettere a disposizione strumenti di ausilio (come ad esempio documenti tipo, standard, procedure semplificate ecc.).
 

SEMPLIFICAZIONE DI ADEMPIMENTI FORMALI IN MATERIA

DI SICUREZZA SUL LAVORO


Sono previste procedure semplificate relative agli obblighi in materia di sicurezza su lavoro per le prestazioni lavorative di breve durate (inferiore ai 50 gg di lavoro nell’anno solare). Gli adempimenti “semplificati” riguardano info-formazione e sorveglianza sanitaria per evitare ripetizioni multiple degli stessi adempimenti.

Sono previste semplificazioni in merito alla comunicazione da parte del medico competente al SSN dei dati relativi alla sorveglianza sanitaria evitando di trasmettere dati che sono già in possesso della pubblica amministrazione.


DUVRI


Nel caso di appalti a basso rischio è prevista l’eliminazione del DUVRI e la sua sostituzione con un responsabile incaricato che sovraintenda e vigili sulle attività da indicare nei contratti di appalto.Su questo punto si vedano anche le proposte della CIIP.


DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI


E’ previsto che le imprese che operano in settori a basso rischio possano sostituire il documento di valutazione dei rischi con un modello semplificato. I settori e il modello saranno individuati con futuro decreto.


DOCUMENTI SEMPLIFICATI NEI CANTIERI


Sono previsti modelli semplificati anche per la redazione di documenti per la sicurezza sul lavoro nei cantieri e altre semplificazioni nei piccoli lavori. La relazione accompagnatoria afferma che con tali semplificazioni i principi del D.lgs 81/08 rimangono immutati e possono essere più efficacemente perseguiti evitando la “redazione troppo frequente nella pratica di documenti sovrabbondanti, molto costi e inefficaci”. Globalmente si stima un calo di 2,6 Miliardi di €/anno


VERIFICHE ALLE ATTREZZATURE


Viene ridotto il tempo disponibile (a 15 gg) per Inail, Asl o ARPA per  comunicare l’ eventuale impossibilità di effettuare la verifica alle attrezzature. Questo (secondo il Governo) dovrebbe agevolare le imprese.


DURC


Quanti DURC abbiamo visto e ricevuto in questo periodo!

Finalmente si stabilisce che il DURC è sempre acquisito d’ufficio e  che il DURC rilasciato per i contratti pubblici di lavori, forniture e servizi ha validità di 180 giorni dalla data di emissione e che non deve essere richiesto per ogni singolo contratto, mantenendo la propria validità nei confronti di tutte le stazioni appaltanti e gli enti aggiudicatori.


Eliminazione obbligo di invio all’INAIL delle

certificazioni mediche di infortunio sul lavoro e di malattia professionale

Invio telematico delle certificazioni di infortunio da parte dei medici


La disposizione completa il processo di telematizzazione delle trasmissioni delle certificazioni di malattia, già realizzate tra medici di medicina generale e INPS, ed estende il principio della trasmissione telematica del medico certificatore anche per i casi di certificato di infortunio e di malattia professionale.


Semplificazioni in materia di privacy

Semplificazione degli adempimenti per chi agisce nell’esercizio delle attività di impresa


L’esclusione dal campo di applicazione del Codice della privacy, già prevista per il trattamento di informazioni relative alle persone giuridiche, riguarda anche l’attività di impresa esercitata in forma individuale.


Procedure semplificate per le PMI


Sono previste modalità semplificate (da individuare con apposito decreto) le misure minime a favore di PMI, professionisti e artigiani.






La posizione della CIIP (Consulta Interassociativa Italiana per la Prevenzione)


La CIIP è la consulta  che raggruppa le associazioni più rappresentative del settore, ha preso posizione nei confronti del disegno di Legge, suggerendo alcune modifiche. La CIIP è stata oggetto di consultazione da parte del Governo assieme alle parti sociali e altri rappresentanti istituzionali.

La CIIP premette che la situazione per quanto attiene agli infortuni e malattie professionali è in parte falsata ed è quanto meno migliorabile.

Propone dei tagli/modifiche e anche aggiunte:


-verifiche periodiche ad apparecchi di sollevamento recenti


-verifiche periodiche agli impianti elettrici con una rivisitazione del DPR 462/01


-creazione di elenchi pubblici di RSPP e di formatori qualificati


-introdurre il limite di 35 partecipanti per i corsi di aggiornamento RSPP


-introdurre l’obbligo della consegna al dipendente degli attestati di formazione


-introdurre un modello di attestato “tipo”


-l’obbligo delle scuole di formare gli stagisti


-l’obbligo di consegnare al lavoratore dimissionario la cartella sanitaria e di rischio per evitare
nuove visite mediche


-sostituire al posto del soggetto incaricato alla gestione del coordinamento appalti (al posto del DUVRI) con un soggetto DELEGATO, adeguatamente informato, formato con obbligo di aggiornamento della formazione (da definire secondo accordi Stato Regioni)


-ridurre da 10 a 5 gg il caso in cui non è obbligatorio nominare il soggetto delegato nel caso di appalti a basso rischio. Rimandare alla conferenza Consultiva permanente la definizione di settori a “basso rischio infortunistico”.


-eliminare le semplificazioni proposte nei cantieri edili o rimandare la loro definizione alla Conferenza Stato Regioni



Commento da parte ing. Riccardo Borghetto


Noi siamo sempre stati favorevoli a semplificare gli adempimenti e andare nella direzione di una sicurezza più efficace e meno cartacea apparente. Quindi in linea di principio siamo d’accordo su come si sta muovendo il governo.

Siamo perplessi per quanto riguarda la messa a disposizione di modelli e procedure semplificate in tempi brevio. Finora tale processo è stato molto lento.

Siamo perplessi sull’ottenimento dei risparmi attesi soprattutto nei cantieri mediante l’adozione di procedure e documenti standardizzati.

I risparmi attesi se confermati, saranno a scapito delle tantissime società di consulenza e professionisti che in questi ultimi anni sono cresciuti a dismisura, troppo, in un mercato di realizzazione di pacchi di carta spesso inutile. Speriamo che questo comporti anche una selezione degli operatori in questo ambito.

A nostro avviso le semplificazioni proposte sono utili, ma ve ne sono molte altre che dovranno essere identificate, come per es. le valutazione dei rischi fisici con cadenza quadriennale anche in contesti con bassissimi livelli di rischio.

Non ci convince il regime complicatissimo introdotto dal DM 11/4/2011 che crea un percorso tortuoso tra enti pubblici (Inail ex Ispesl, Arpa ecc) ed enti privati autorizzati. Noi preferiamo un regime totalmente liberalizzato ove gli enti statali effettuano solo una supervisione e controlli a campione per controllare la correttezza del processo.

Per quanto riguarda le proposte della CIIP risulta evidente che la CIIP tenta di spostare la riduzione dei costi su soggetti non rappresentati in CIIP (ad es. soggetti verificatori) invece aumenta i costi della formazione (ad es. aggiornamento RSPP introducendo l’impossibilità di aggiornarsi con i convegni gratuiti ad alta affluenza, e maggiori obblighi di formazione del soggetto delegato alla gestione degli appalti).

Alcune proposte CIIP sono condivisibili, altre introducono nuovi adempimenti, costi e non semplificano nulla.

 

Scarica la presentazione del Governo che illustra il disegno di legge.


Vai al sito del governo


Vai alle proposte  della CIIP

 

 

Condividi:

Formazione professionale per la tua crescita.

Lisa Servizi è un Organismo di Formazione accreditato dalla Regione Veneto in ambito di Formazione Continua, e offre formazione di alto livello attraverso la business unit dedicata, che propone corsi interaziendali a catalogo, corsi aziendali personalizzati, e-learning e training su campi prove.

Rimani informato sugli aggiornamenti di settore