Corsi FAD post-emergenza: accordo associazioni di settore

Pubblicato il 31 Marzo 2022

Corsi FAD post-emergenza: accordo associazioni di settore

Corsi FAD post-emergenza: accordo associazioni di settore

Le più importanti associazioni del settore della formazione in ambito salute e sicurezza hanno sottoscritto un accordo con cui riconoscono la videoconferenza sincrona (detta anche "Formazione a Distanza"  o "FAD") come un valido strumento per lo svolgimento di corsi online anche successivamente alla conclusione dell'emergenza sanitaria.

Le associazioni che hanno sottoscritto l'accordo sono: AIAS, AIFOS, Associazione Ambiente e Lavoro, AICQ, AIFES, Fondazione LHS, AIESIL, ANMIL e UNASF.

E da sottolineare che l'accordo fa riferimento ai soli corsi FAD dato che si svolgono in videoconferenza sincrona tra docente e discente mentre rimangono esclusi dall'accordo i corsi E-Learning poiché avvengono in modalità asincrona.

Vediamo insieme un riassunto dei contenuti dell'accordo.

Corsi FAD post-emergenza - accordo associazioni di settore

Motivazioni Giuridiche su cui si basa l'accordo

Nell'accordo sottoscritto dalle associazioni del settore sui corsi FAD vengono citati una serie di leggi che già ora prevedono l'equiparazione della formazione in aula e quella a distanza.

Già nell'Accordo Stato Regioni 25 Luglio 2012, contenente alcune precisazioni sul precedente Accordo Stato Regioni 21 Dicembre 2011, si prevedeva che i corsi in videoconferenza sincrona e la formazione in presenza fossero da considerarsi egualmente validi, poiché entrambe le modalità permettono ai docenti di verificare l'attenzione dei discenti e di interagire qualora sovvenissero domande sui contenuti del corso durante il suo svolgimento.

Quest'ultima precisazione peraltro spiega perché l'equiparazione tra corsi in presenza corsi FAD non possa essere estesa anche ai corsi E-Learning che avvengono invece in modalità asincrona.

Anche all'interno del DM 2 Settembre 2021, riguardante la formazione antincendio, si prevede apertamente che la formazione FAD sia equiparata a quella In Presenza per quanto riguarda la parte teorica dei corsi (permane necessario, in ambito di Corsi Antincendio, svolgere la prova pratica in presenza).

Durante il periodo di emergenza sanitaria, inoltre, il "Gruppo Tecnico Interregionale Salute e Sicurezza nei Luoghi di Lavoro" ha sviluppato delle indicazioni, che hanno ottenuto il consenso dei Rappresentanti delle Regioni, all'interno delle quali si stabiliva che i corsi in FAD fossero equiparati a quelli in Presenza ai fini del rispetto degli adempimenti formativi obbligatori.

Già in questa occasione, peraltro, era specificato che queste indicazioni non fossero da intendersi valide limitatamente al periodo di emergenza.

Esistono peraltro alcuni esempi pratici di situazioni in cui si è notato che la formazione FAD fosse efficace tanto quanto quella In Presenza: nel settore alimentare all'estero, ad esempio in USA UK, la formazione FAD è già prevista per il 100% del percorso formativo teorico.

Nonostante i corsi FAD siano ritenuti validi per quanto concerne la formazione in ambito salute e sicurezza sul lavoro, questa validità è da considerarsi limitata alla formazione teorica: qualora sia necessario un percorso pratico questo non svolgersi attraverso formazione in FAD (perlomeno limitatamente alla parte pratica della formazione, pensiamo ad esempio alle prove pratiche dei corsi Primo Soccorso).

Motivazioni Giuridiche su cui si basa l'accordo

Motivazioni Etico-Sociali su cui si basa l'accordo

Oltre alle motivazione di carattere normativo, alla base della decisione delle associazioni ci sono anche motivi etico-sociali.

La pandemia da covid-19 ha portato all'adozione di nuove modalità di lavoro come lo Smart Working, il Remote Working e altre forme di Lavoro Flessibile che hanno modificato irrimediabilmente il mondo del lavoro.

Questo ha portato molte realtà aziendali, tra cui anche quelle del settore salute e sicurezza, a modificare il proprio assetto organizzativo e la metodologia con cui svolgere la propria attività: relativamente al settore salute e sicurezza, ad esempio, molti operatori hanno acquistato licenze per software destinati alla videoconferenza (ad esempio Zoom) o ampliato il proprio catalogo con corsi da svolgere in FAD.

Queste nuove "strutture" dell'organizzazione non sono facili da disfare e sarebbe quindi difficile, nonché controproducente, tornare rapidamente ad utilizzare esclusivamente metodi di formazione "tradizionali".

La diffusione di nuove modalità di lavoro, inoltre, richiede di adattare la formazione ai nuovi scenari modificando, se necessario, i programmi dei propri corsi di formazione adattandoli alle nuove esigenze.

Ultimo aspetto citato nell'accordo, in relazione alle motivazioni etiche e sociali dello stesso, è quello legato alla "congiuntura economica": l'attuale crisi geopolitica e l'aumento dei costi  energetici implicano la necessità di sfruttare le nuove forme di lavoro anche al fine di contenere i costi (sia per i lavoratori che per le aziende).

Motivazioni Etico-Sociali su cui si basa l'accordo

L'Impegno dei Soggetti Formatori

Nell'accordo le associazioni stabiliscono che sarà compito dei soggetti formatori impegnarsi per fornire strumenti idonei a garantire una formazione efficace in cui i discenti possano ricevere il materiale e confrontarsi con i docenti.

L'accordo rimanda ad una regolamentazione, di cui si è in attesa, sui corsi FAD in ambito salute e sicurezza con un'assunzione di impegno dei firmatari circa la fornitura "Con responsabilità e correttezza nell’erogazione di corsi in videoconferenza sincrona, nel rispetto delle indicazioni previste oggi per l’erogazione dei corsi in presenza dalla normativa di settore".

L'Impegno dei Soggetti Formatori

Riferimenti

- Videoconferenza per la salute e sicurezza: La posizione degli attori del settore per l’equiparazione all’aula.

- Accordo Stato Regioni 25 Luglio 2012.

- Accordo Stato Regioni 21 Dicembre 2011.

DM 2 Settembre 2021.

 

Lisa Servizi mette a disposizione diversi corsi di formazione per la salute e sicurezza, scoprili nella pagina:

Corsi in aula e a distanza (FAD)

 

Corsi FAD post-emergenza: accordo associazioni di settore

Condividi:

Formazione professionale per la tua crescita.

Lisa Servizi è un Organismo di Formazione accreditato dalla Regione Veneto in ambito di Formazione Continua, e offre formazione di alto livello attraverso la business unit dedicata, che propone corsi interaziendali a catalogo, corsi aziendali personalizzati, e-learning e training su campi prove.

Rimani informato sugli aggiornamenti di settore

Iscriviti alla Newsletter!

Segui da vicino le novità di Lisa Servizi, rimani aggiornato su eventi e servizi. Promettiamo di inviarti solo contenuti che troverai sicuramente interessanti.

Nome*
Email*