Registro nazionale medici competenti: cancellazione

Pubblicato il 10 Aprile 2015

Registro nazionale medici competenti: cancellazione

Cosa è successo in questi giorni ai Medici Competenti?

Semplicemente da un giorno all’altro il numero di Medici Competenti è passato da circa 10.000 a 4.500, uno più uno meno.

Come è possibile un evento del genere? C’è forse stata forse una dimissione di massa? O più semplicemente è successo quello che ormai siamo anche troppo abituati a vedere, e cioè il classico pasticcio all’italiana?

Purtroppo l’ultima ipotesi è quella giusta, infatti con la pubblicazione dell’elenco dei Medici Competenti sul sito del Ministero della Salute sono stati cancellati 6.500 professionisti su 10.000, fatto che, come potete ben immaginare, ha alzato un gran polverone.

Ma partiamo dal principio.

Per poter assumere e mantenere l’incarico di Medico Competente il professionista deve essere in possesso dei requisiti previsti dall’art. 38 del Testo Unico della sicurezza (D. Lgs. 81/08), nello specifico l’inghippo sta nei commi 3 e 4 del medesimo articolo. Di fatto il Medico Competente che voleva mantenere l’incarico aveva l’obbligo di aggiornarsi per un totale di 150 crediti nel triennio 2011-2013 e di comunicare il tutto al Ministero della Salute che avrebbe dovuto inserire il nominativo nel registro.

Purtroppo così non è stato.

Sembrerebbe che il Ministero abbia perso 6.000 comunicazioni, o forse non ha avuto il tempo per leggerle tutte. Infatti il Ministero ha voluto mettere le mani avanti rassicurando che l’elenco sarà aggiornato ogni settimana, ma i dubbi rimangono.

A fronte dello spiacevole “inconveniente” sorge un’ulteriore dubbio sull’utilità di questo Elenco Nazionale.

Nel Decreto 4 marzo 2009 (quello che istituisce il Registro Nazionale) all’articolo 4, comma 2, si legge: “L'iscrizione all'elenco non costituisce di per se' titolo abilitante all'esercizio dell'attività di medico competente”, infatti, è il possesso dei requisiti previsti dall’art. 38 del Testo Unico ad abilitare il professionista, ma se fossi un datore di lavoro e non trovassi il Medico Competente da me incaricato nell’elenco una domanda me la farei.

Il problema sta proprio qui, dove uno strumento che potrebbe agevolare almeno un po’ questo settore, di fatto costringe il Medico Competente che ingiustamente si ritrova cancellato dall’elenco a dover dimostrare di essere nel giusto, con la conseguente perdita di tempo e di energie che è classica del sistema italiano, il quale invece di aiutare le aziende e i professionisti rende kafkiane molte di queste situazioni.  

   

Condividi:

Formazione professionale per la tua crescita.

Lisa Servizi è un Organismo di Formazione accreditato dalla Regione Veneto in ambito di Formazione Continua, e offre formazione di alto livello attraverso la business unit dedicata, che propone corsi interaziendali a catalogo, corsi aziendali personalizzati, e-learning e training su campi prove.

Rimani informato sugli aggiornamenti di settore