Suicidio per stress: sentenza

Pubblicato il 04 Ottobre 2013

A seguito del suicidio di una 52enne che nel 2006 si lanciò dal tetto dell’azienda per cui lavorava il giudice del lavoro condanna l’Inail a pagare la rendita al marito.

Quello che portò la donna al gesto estremo fu il clima insostenibile presente nell’ufficio, confermato dagli ispettori dell’Inail, che però non bastò inizialmente a correlare il suicidio alla situazione altamente stressante.

Solo quando il legale della famiglia si rivolse al giudice del lavoro, il quale dopo aver valutato la relazione dell’Inail, la perizia del medico-legale incaricato e le testimonianze dirette, poté riconoscere la correlazione diretta tra il clima presente in ufficio e il gesto della donna.

Con la decisione del giudice l’Inail fu condannata a versare l’assegno funerario e anche la rendita mensile al marito della vittima.

Questa sentenza conferma ulteriormente lo stress come reale fonte di rischio.
 


 
 

Condividi:

Formazione professionale per la tua crescita.

Lisa Servizi è un Organismo di Formazione accreditato dalla Regione Veneto in ambito di Formazione Continua, e offre formazione di alto livello attraverso la business unit dedicata, che propone corsi interaziendali a catalogo, corsi aziendali personalizzati, e-learning e training su campi prove.

Rimani informato sugli aggiornamenti di settore