Garante privacy e informazioni sulle vaccinazioni

Pubblicato il 21 Maggio 2021

Garante privacy e informazioni sulle vaccinazioni

Garante privacy e informazioni sulle vaccinazioni: sono stati pubblicati nuovi documenti del Garante della Privacy  

Con provvedimento del 13 maggio, il Garante della privacy ha adottato il “documento di indirizzo sulla vaccinazione anti COVID-19 nei luoghi di lavoro”, per fornire indicazioni generali sul trattamento dei dati personali connessi all’attuazione del Protocollo nazionale per la realizzazione dei piani aziendali finalizzati all’attivazione di punti straordinari di vaccinazione anti SARS-CoV-2/Covid-19 nei luoghi di lavoro, firmato il 6 aprile scorso dal Governo, da Confindustria e dalle altre parti sociali.

Il Garante ha inoltre adottato il “documento sul ruolo del medico competente in materia di sicurezza sul luogo di lavoro”, che fornisce indicazioni generali sul ruolo del medico competente in materia di sicurezza sul luogo di lavoro, anche con riferimento al contesto emergenziale.

In entrambi i documenti, è stato confermato il divieto per il datore di lavoro di raccogliere informazioni in merito a tutti gli aspetti relativi alla vaccinazione anti COVID-19 dei lavoratori, compresa l’adesione o meno alla campagna vaccinale.

Garante privacy e informazioni sulle vaccinazioni

Un commento del nostro amministratore Unico Lisa Servizi ing. Riccardo Borghetto

L'emergenza dovuta alla pandemia Covid può essere paragonata ad un periodo di guerra, un periodo drammatico con moltissimi morti e la distruzione dell'economia. Un periodo del tutto eccezionale che richiede una legislazione eccezionale, cosa che è avvenuta con la limitazione delle libertà personali e imprenditoriali. In un periodo eccezionale, si applicano norme eccezionali, non ordinarie. A mio avviso l'applicazione di norme per la tutela della privacy, sacrosante in periodo ordinario, è un grave ostacolo al superamento dell'emergenza pandemica.

Ricordiamo ad esempio il fallimento dell'App immuni che si è incagliata proprio su problemi di privacy. 

A mio parere durante il periodo pandemico e in particolare per la vaccinazione che è praticamente l'unico strumento di prevenzione del contagio, la normativa sulla privacy non dovrebbe essere. Anzi la vaccinazione andrebbe resa obbligatoria per tutti i cittadini, come già avvenuto in passato per altre malattie contagiose che, proprio grazie ai vaccini, sono state debellate. Io la penso cosi. Voi che ne pensate?

 

In allegato:

Vaccinazione nei luoghi di lavoro-13-5-2021
medico competente-ruolo-provvedimento 5-2021
Emergenza COVID – Documenti del Garante privacy

Condividi:

Formazione professionale per la tua crescita.

Lisa Servizi è un Organismo di Formazione accreditato dalla Regione Veneto in ambito di Formazione Continua, e offre formazione di alto livello attraverso la business unit dedicata, che propone corsi interaziendali a catalogo, corsi aziendali personalizzati, e-learning e training su campi prove.

Rimani informato sugli aggiornamenti di settore

Iscriviti alla Newsletter!

Segui da vicino le novità di Lisa Servizi, rimani aggiornato su eventi e servizi. Promettiamo di inviarti solo contenuti che troverai sicuramente interessanti.

Nome*
Email*