DPR 151/2011 regolamento prevenzione incendi

Pubblicato il 06 Ottobre 2011

DPR 151/2011 regolamento prevenzione incendi

DPR 151/2011 regolamento prevenzione incendi

 

DPR 151/2011 regolamento prevenzione incendi

Di recente emanazione è il nuovo regolamento prevenzione incendi introdotto dal DPR 151/2011 che avevamo già introdotto nel corso delle passate News.

Ora il cambiamento è effettivo, e il nuovo regolamento prevenzione incendi è attivo da subito. In poco tempo i comandi inizieranno ad utilizzare le nuove procedure di prevenzioni incendi.


Ma cosa cambia?

- Modalità di presentazione degli incartamenti: nella fattispecie si parla di una procedura completamente On-line, dove tutti i materiali normalmente prodotti in passato per la richiesta del CPI (planimetrie, relazioni, certificazioni, ecc ecc) ora saranno inviate in formato elettronico.

- Attività Soggette: sono abrogati i vecchi decreti e le vecchie tabelle delle attività soggette ( Dm 16 /02/82, le Tab A e B del DPR 689/59). In cambio sono state riordinate le attività soggette e riportate in allegato 1 del decreto. Ora abbiamo 80 attività totali, alcune rivisitate a partire dalla vecchia organizzazione, altre nuove di zecca. Alcuni esempi:

  • Centrali termiche con potenza superiore a 116 kW: prima erano attività 91, ora sono l’attività 74 dell’allegato 1, alla fine è stato cambiato solo il numero di riferimento;
  • Asili nido: prima ricadevano nell’attività scuole di ogni ordine e grado, ora gli Asili nido con oltre 30 persone presenti saranno una attività soggetta.
  • Massima attenzione per chi utilizza bombole di gas infiammabile e/o comburente, anche i depositi di contenitori mobili ora hanno una loro attività specifica.

Regime transitorio: Per capire come verrà gestito il regime transitorio, bisogna fare dei distinguo.

- Aziende che hanno attività elencate nell’allegato 1: per questi soggetti c’è un anno di tempo per presentare le istanze e mettersi in regola.

- Aziende già in possesso del CPI per attività già presenti nell’allegato 1: procedere al rinnovo del CPI, prima della sua scadenza con le nuove procedure.

- Aziende in possesso del solo parere di conformità: si deve completare l’iter di autorizzazione ai sensi della nuova procedura.



Durata del CPI: d’ora in poi tutti i CPI hanno scadenza anche quelli che un tempo non l’avevano e tutti avranno, salve qualche caso particolare, una durata di 5 anni.


Scarica il DPR 151/2011 nuovo regolamento prevenzione incendi : clicca qui

Allegato 1 del DPR: clicca qui

Allegato 2 del DPR: clicca qui

DPR 151/2011 regolamento prevenzione incendi

Condividi:

Formazione professionale per la tua crescita.

Lisa Servizi è un Organismo di Formazione accreditato dalla Regione Veneto in ambito di Formazione Continua, e offre formazione di alto livello attraverso la business unit dedicata, che propone corsi interaziendali a catalogo, corsi aziendali personalizzati, e-learning e training su campi prove.

Rimani informato sugli aggiornamenti di settore